Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Scontri tra ultras in Spezia-Napoli,
chiusa la curva A per un turno

Mercoledì 25 Maggio 2022
Gli incidenti durante Spezia-Napoli

Incidenti durante Spezia-Napoli. Dopo l'arresto dei cinque ultras (quattro liguri e uno partenopeo) il giudice sportivo chiude per un turno la curva A del Maradona. Secondo Mastrandrea, nel ricostruire l'accaduto di domenica scorsa, «considerato che, al 5° del primo tempo, i sostenitori della Soc. Napoli  occupanti il settore “Ospiti” ed i sostenitori della Soc. Spezia presenti nel settore denominato “Piscina” si lanciavano vicendevolmente alcuni bengala oltre, al 10° del primo tempo, ad alcuni seggiolini divelti dagli spalti;  considerato che, contemporaneamente al lancio dei seggiolini, alcuni sostenitori della Soc.

Napoli entravano nel recinto di giuoco e raggiungevano il settore occupato dai tifosi avversari e, pertanto, nasceva una colluttazione che costringeva l’Arbitro ad interrompere la gara per ben dieci minuti e comportava il ferimento di tre steward; considerato che, al termine della gara, i gravi incidenti continuavano anche nelle aree immediatamente adiacenti allo stadio e coinvolgevano alcune centinaia di tifosi; considerato che, nel parapiglia generale, alcune decine di tifosi spezzini dell’opposto settore “Ferrovia” tentavano di accedere in campo per dare manforte ai tifosi situati nel settore “Piscina” ma venivano efficacemente fermati dagli steward; delibera di sanzionare lo Spezia con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato  “Piscina” privo di  spettatori unitamente all’ammenda di € 15.000,00, con diffida, e il Napoli con l’obbligo di disputare una gara con il settore denominato “Curva A” dello stadio denominato Diego Armanda Maradona privo di spettatori (settore riconducibile al gruppo di tifoseria organizzata maggiormente rappresentato nell’ambito della tifoseria presente nel settore ospiti “Piscina”), unitamente all’ammenda di € 30.000,00, con diffida. Sanzioni attenuate per il fattivo comportamento di calciatori, tecnici e dirigenti per calmare gli animi e porre fine agli scontri».

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 17:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA