Vivo-Zeiss Imaging Lab: come le due aziende lavorano per ridefinire gli standard del mobile imaging

Domenica 8 Maggio 2022 di Guglielmo Sbano
Vivo-Zeiss Imaging Lab: come le due aziende lavorano per ridefinire gli standard del mobile imaging

Uno degli obiettivi alla base della partnership Vivo Zeiss è quello di portare gli standard della fotografia professionale nel mondo degli smartphone.

Attraverso il programma congiunto di Ricerca e Sviluppo Vivo Zeiss Imaging Lab, le due aziende stanno stabilendo progressivamente nuovi standard di riferimento per l'eccellenza in ambito mobile imaging, sviluppando devices dotati di un design ottico avanzato e di standard di qualità professionale.

Ecco come vivo e Zeiss stanno portando valore nel mercato del mobile imaging:

  • l’utilizzo del “Digital Twin” (gemello digitale) come avviene per lo sviluppo di ottiche professionali: le lenti Zeiss sono progettate per gestire al meglio sfide come bagliori, riflessi, aberrazioni cromatiche e distorsioni del colore. La “digital twin” è una tecnica sviluppata da Zeiss per progettare obiettivi fotografici e cinematografici di fascia alta e per la creazione di nuove lenti. La progettazione delle nuove lenti avviene infatti attraverso la creazione di un modello virtuale sul quale si possono simulare e testare con precisione le prestazioni, garantendo così che il sistema di fotocamere possa passare rapidamente alla fase di prototipazione e a quelle di perfezionamento. Le immagini dello smartphone risultano eccezionali con una migliore risoluzione, contrasto e meno riflessi e artefatti;
  • per realizzare scatti di alta qualità anche i fattori microscopici possono fare una grande differenza. Ne è un esempio il T*Coating certificato ZEISS: una soluzione avanzata con una nanostruttura oltre cento volte più piccola di un granello di sabbia che rende la superficie vetrata delle lenti praticamente invisibile e viene normalmente utilizzata sugli obiettivi professionali per ridurre i riflessi e ottenere maggiore nitidezza, contrasto e qualità. Ad oggi, Vivo, dopo aver ottenuto la certificazione Zeiss, è riuscita a integrare il T*Coating nelle fotocamere dei propri smartphone di fascia alta. 
  • quando si collabora con Zeiss, l’eccellenza è il focus già dalle prime fasi. Uno dei requisiti fondamentali alla base della partnership era quello di soddisfare gli elevati standard stabiliti dai due brand, grazie a rigidi controlli di qualità già. Ad ogni sviluppo di prodotto vengono stabiliti fin dall'inizio nuovi standard: Vivo e Zeiss decidono insieme gli obiettivi di qualità e definiscono il progetto ottico attraverso complessi processi di simulazione con l’obiettivo comune di garantire sempre prestazioni eccezionali. La valutazione delle prestazioni delle lenti include anche le misurazioni per ridurre la distorsione, l’ombreggiatura e le aberrazioni cromatiche;
  • quando si utilizza uno smartphone vivo di fascia alta è facile notare la differenza nelle immagini. Questo perché, dietro ad ogni scatto, c’è un importante processo di garanzia di standard qualitativi e di test che devono essere validati dal Vivo Zeiss Imaging Lab. Per soddisfare i rigorosi standard, ogni nuovo smartphone deve eccellere in più di 20 diversi parametri di Imaging Quality. Per garantire questi risultati, vengono testati più di 150 moduli differenti di fotocamere e vengono effettuati oltre 5.000 scatti di test.

C'è molto di più dietro una bella immagine che la sola qualità tecnica. Per essere definite tali esse devono avere una magia speciale in grado di emozionare. Questo è il motivo per cui Vivo e Zeiss hanno lavorato insieme per portare il tratto inconfondibile dei classici obiettivi direttamente nello smartphone e creare, attraverso tecniche computazionali avanzate, i caratteristici effetti "bokeh" a profondità di campo ridotta degli obiettivi professionali.

Video


 

Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 15:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA