L'Eredità, per Massimo Cannoletta ghigliottina amara: poi scherza con Insinna e lancia il Tg1

Mercoledì 25 Novembre 2020 di Eva Carducci
L'Eredità, per Massimo Cannoletta ghigliottina ancora amara: poi scherza con Insinna e lancia il Tg1

Massimo Cannoletta, l'uomo dei record de L'Eredità torna a conquistare il pubblico di Rai Uno, alla sua ventitresima puntata come campione. Non accede però questa volta al primo round al triello, sbagliando la definizione esatta della parola misteriosa "Tuberone", ma ottiene il pass con la seconda, "Catollo". 

A dar filo da torcere a Cannoletta una delle concorrenti, Silvia, che ha risposto correttamente alle prime tre domande, lasciando spazio al campione solo successivamente, che ha fornito la soluzione corretta alla domanda della categoria "Galateo", sbagliando però quella successiva. 

Un triello molto più equilibrato fra i tre concorrenti, e meno dominato da Cannoletta, che però è sembrato comunque godersi il gioco, senza la pressione di dover necessariamente condurre le danze. Sempre preso goliardicamente di mira da Flavio Insinna, Cannoletta ha poi seguito i passi verso la Ghigliottina servendosi della sua cultura e del suo infallibile intuito. 

"Duello", "Soccorso", "Leggero", "Mamma" e "Carrello" gli indizi della ghigliottina, con 8.750 euro totali da difendere, dai 140.000 iniziali. Un montepremi ridotto drasticamente a causa di diverse scelte sbagliate di Cannoletta. La parola fornita dal divulgatore storico- culturale è stata "Sole", che Cannoletta è riuscito a associare a una sola parola: "Duello". Convinto di non aver vinto (la parola da indovinare era infatti "Aereo") il campione ha messo in scena un divertente siparietto con Insinna, sostituendosi al conduttore e lanciando addirittura il TG1 a fine puntata. 

Altra ghigliottina persa ma sempre record dei record per Cannoletta. Dal 3 novembre il campione del Salento sta facendo appassionare in molti all'Eredità anche grazie ai suoi fan che lo seguono sui social network dove è molto attivo. 

 

Ultimo aggiornamento: 20:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA