Cumulo di amianto e rifiuti tossici nei pressi dell'Orto Botanico

ARTICOLI CORRELATI
di Eduardo Improta

0
Un nuovo abbandono di amianto e di rifiuti è stato individuato a via Michele Tenore, strada cittadina che costeggia l’Orto Botanico e si affaccia su via Foria. È il secondo ritrovamento di rifiuti altamente tossici nel medesimo luogo, il precedente ritrovamento fu segnalato dal Mattino.it  il 24 novembre scorso. Oltre ai tubi di amianto ci sono poltrone, copertoni, carcasse di motorino, televisioni ed escrementi umani.

Lo smaltimento dell’amianto ha un costo elevato, sia in termini di trasporto che di gestione: molto meglio, per alcuni, abbandonarlo. «Occorre sorveglianza – dice un anziano signore, residente nella zona – gente senza scrupoli viene a scaricare di notte, perché non vengono installate le telecamere di sorveglianza?».

La video sorveglianza non può essere la panacea di tutti i mali. Se così fosse, il problema della criminalità, almeno quello riguardante i cosiddetti reati predatori, furti e rapine, sarebbe stato completamente azzerato. È indubbio, però, che le immagini possono essere un validissimo supporto per le forze dell’ordine. La situazione di abbandono dell’amianto, come quella dei rifiuti, non sembra aver registrato in città una sorta di rallentamento, per disincentivare questi comportamenti scorretti, bisogna colpire i responsabili con multe e se il caso sfociare anche nel penale. 
Lunedì 25 Gennaio 2016, 19:50 - Ultimo aggiornamento: 25-01-2016 19:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP