A Camerota arriva l'eco-ship, barca a emissione zero per portare i turisti nelle aree protette

Il Comune di Camerota si dota, primo in Italia, di un’imbarcazione da diporto a propulsione elettrica per il trasporto di turisti nei parchi marini e nelle aree protette del Cilento, nelle quali è preclusa per legge la navigazione ai mezzi inquinanti. Realizzata con materiali riciclabili e che potrebbero essere smaltiti come rifiuti ordinari, la barca, a emissione zero e a zero indice di rumorosità, è un gozzo di sette-otto metri, con un’autonomia di otto ore, spinta da un motore ibrido che consente la ricarica durante la navigazione e la propulsione esclusivamente elettrica negli specchi d’acqua protetti. L’obiettivo è la promozione di un turismo eco sostenibile, eco-friendly, grazie all’innovazione tecnologica. La barca opererà prevalentemente nelle acque del Cilento, con partenza da Marina di Camerota.

Su commissione della Eco-ship-Cilento, i cantieri Schiavone di Acciaroli hanno prodotto il prototipo a suo tempo esposto nella stessa Marina di Camerota e a Salerno, dove riscosse l’interesse dell’attuale Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca, e la seconda imbarcazione acquistata dal Comune di Camerota, il cui sindaco, Antonio Romano, e la cui amministrazione hanno ancora una volta voluto scommettere sulla tutela dell’ambiente e sulla green economy.

La barca, su progetto dell’ing. Carrino, opererà già da domani, e martedì sarà a disposizione della stampa nel corso della conferenza di presentazione del progetto che si terrà presso la sala dello stabilimento Playa El Flamingo, sulla spiaggia di Marina delle Barche.
Domenica 9 Agosto 2015, 18:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP