Malori in spiaggia: morti un turista umbro ad Alba Adriatica e una 44enne straniera a Silvi Marina

Martedì 13 Luglio 2021 di Tito Di Persio
Malori in spiaggia: morti un turista umbro ad Alba Adriatica e una 44enne straniera a Silvi Marina

A causa di due improvvisi malori, sono deceduti ieri due turisti: un umbro in vacanza ad Alba Adriatica e una donna in villeggiatura sulla spiaggia di Silvi Mrica, centri balneari in provincia di Teramo. Un malore improvviso durante il bagno è stato fatale per Getulio Colletti, morto a 69 anni nello chalet Beach Principe, sul mare di Alba Adriatica. L’uomo era in vacanza con la moglie. Entrambi di Trevi, in provincia di Perugia, soggiornavano da alcuni giorni all’hotel Principe. Ieri mattina si sono alzati di buon ora per godersi una giornata di mare. Verso le 12.30, stando a quando si apprende, il pensionato è andato al mare a fare un tuffo. Il turista è entrato in acqua e all’altezza del cartello che delimita le acque sicure ha accusato un malore, perdendo i sensi e finendo con il viso sott’acqua. La scena è stata notata da un bagnante che si trovava a poca distanza: lo ha preso di peso e portato sul bagnasciuga. Dopo i bagnini, è intervenuto il personale dell’ambulanza della Croce Rossa di Alba: hanno usato anche il defibrillatore, ma per il turista non c’è stato nulla da fare. Il decesso è naturale. Il corpo, in attesa dell’arrivo dei figli in Abruzzo, è stato trasportato all’obitorio dell’ospedale di Sant’Omero.

Tragedia a Montesilvano, medico muore davanti ai bagnanti

Il secondo malore in spiaggia si è verificato alle 16.30 al lido Marlin, via della Marina, a Silvi Marina. A perdere la vita Virginia Draghkescu, 44 anni, pare di origini romene. La donna era in vacanza con il marito italiano e la figlia 17enne nella località costiera da due giorni, mentre stava camminando sulla passerella per andare sotto l’ombrellone si è accasciata improvvisamente a terra. È stata subito dai bagnanti e dai titolari dello chalet. «La signora non riusciva a comunicare, ma non aveva perso i sensi - racconta un ragazzo - Sono intervenuti gli assistenti bagnanti e sembrava si fosse leggermente ripresa». I sanitari del 118 hanno trasportato la donna al pronto soccorso dell’ospedale San Liberatore di Atri, dove è morta qualche ora dopo. «Siamo schioccati – fanno sapere i titolari del lido – anche se erano qui da soli due giorni aveva preso confidenza sia con lei che con il marito e la figlia. Era una donna molto solare ed educata».
 

Ultimo aggiornamento: 12:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA