È boom di contagi nell'Irpinia
i sindaci preparano la grande chiusura

Mercoledì 29 Dicembre 2021 di Gianluca Galasso
È boom di contagi nell'Irpinia i sindaci preparano la grande chiusura

Il virus sfonda ogni record in Irpinia. Da quando è esplosa la pandemia numeri del genere non erano stati mai registrati. In un solo bollettino l'Asl comunica 437 casi, su 2.088 tamponi esaminati. Il tasso d'incidenza è al 21% (la metà rispetto al giorno precedente) che è di gran lunga superiore al dato regionale e nazionale. I sindaci del territorio stanno cercando di contrapporsi all'avanzata del Covid-19. Varate ordinanze per limitare l'orario della somministrazione di bevande e alimenti e per disporre alcune chiusure.

Lo hanno fatto i Comuni di Bisaccia, Monteverde e Mirabella Eclano. Il sindaco di quest'ultimo centro, Giancarlo Ruggiero, ha anticipato alle 21 la chiusura di bar e sale giochi. A Mirabella Eclano chiuse palestre, scuole calcio e impianti sportivi, su iniziativa del sindaco che ha deciso di fermare anche eventi culturali e ricreativi. Stessa iniziativa anche a Monteforte Irpino dove gli eventi ricreativi sono stati sospesi con ordinanza del sindaco. A Lauro stop ai servizi educativi per l'infanzia nelle scuole paritarie e in Municipio si accede solo su appuntamento, mentre nei locali pubblici la capienza viene ridotta del 30%.

Provvedimenti che potrebbero essere adottati anche da altri amministratori perché la situazione si fa sempre più preoccupante. Fortunatamente si mantiene bassa la quota di ricoverati. Sono 25 tra Moscati (qui sono arrivati anche due anziani ospiti del centro gestito da Althea in via San Tommaso in città) e Frangipane. Sul fronte dei positivi scovati, il capoluogo fa segnare un altro primato: 63 nella sola giornata di ieri. Ma trema tutto l'hinterland: 128 in città e nei centri limitrofi. Preoccupazione anche nel Mandamento. Sempre ieri 73 nuovi contagiati nei sei paesi di questo pezzo di provincia. Così i casi nel report dell'Azienda sanitaria: 4 residenti ad Aiello del Sabato, 5 ad Altavilla Irpina, 13 ad Ariano Irpino, 6 ad Atripalda, 23 ad Avella, 63 ad Avellino, 1 a Bagnoli Irpino, 12 a Baiano, 4 a Bisaccia, 1 a Bonito, 1 a Calitri, 2 a Candida, 1 a Capriglia Irpina, 1 a Casalbore, 1 a Castel Baronia, 1 a Castelvetere sul Calore, 25 a Cervinara, 2 a Cesinali, 1 a Domicella, 1 a Flumeri, 2 a Fontanarosa, 3 a Forino, 11 a Frigento, 3 a Gesualdo, 16 a Grottaminarda, 1 a Lapio, 13 a Lauro, 5 a Manocalzati, 5 a Marzano di Nola, 10 a Melito Irpino, 14 a Mercogliano, 2 a Mirabella Eclano, 1 a Montecalvo Irpino, 1 a Montefalcione, 12 a Monteforte Irpino, 6 a Montefredane, 1 a Montefusco, 1 a Montella, 1 a Montemarano,11 a Montemiletto, 10 a Montoro, 3 a Moschiano, 6 a Mugnano del Cardinale, 2 a Ospedaletto d'Alpinolo, 5 a Pago del Vallo di Lauro, 4 a Parolise, 3 a Pietradefusi, 10 a Prata Principato Ultra, 2 a Pratola Serra, 4 a Quadrelle, 1 a Rocca San Felice, 4 a Roccabascerana, 7 a Rotondi, 1 a San Mango sul Calore, 4 a San Martino Valle Caudina, 1 a San Michele di Serino, 2 a San Nicola Baronia, 1 a San Sossio Baronia, 1 a Santa Lucia di Serino, 1 a Santa Paolina, 1 a Sant'Andrea di Conza, 1 a Sant'Angelo dei Lombardi, 1 a Santo Stefano del Sole, 2 a Serino, 4 a Sirignano, 16 a Solofra, 20 a Sperone, 6 a Sturno, 1 a Summonte, 1 a Taurano, 1 a Taurasi, 3 a Torella dei Lombardi, 1 a Tufo, 6 a Vallata, 6 a Vallesaccarda, 2 a Venticano, 1 a Villanova del Battista, 3 a Volturara Irpina e 2 a Zungoli. Torna a complicarsi anche il quadro epidemiologico della Valle Caudina.

Video


La sindaca di Cervinara, Caterina Lengua, dichiara: «L'azienda sanitaria ci informa che altre 25 persone sono risultate positive al Covid-19, così portando a 41 il numero dei contagiati. Ci conforta sapere che tutti i positivi presentano sintomi lievi e riferiscono di un decorso sanitario senza particolari problemi. Tuttavia, non possiamo sottacere che è forte la preoccupazione. Il dato odierno esige la stessa disponibilità, cominciando da subito a limitare e, se possibile, a rinunciare in questi giorni di festa ad ogni occasione di incontro con amici o parenti. Il quadro odierno ci consegna interi nuclei familiari interessati dal contagio. Dobbiamo scongiurare il rischio concreto di dover ricorrere nuovamente a misure restrittive».
Corre ai ripari anche il primo cittadino di Aiello del Sabato, Sebastiano Gaeta: «Il numero delle persone positive passa da 7 a 13. Fortunatamente, al momento, nessuna con particolari e gravi sintomi. La capacità diffusiva del virus e il potenziale incremento dei casi di positività in provincia, che fanno propendere per l'adozione di misure volte a prevenire e a contenere il rischio, stiamo ragionando con gli uffici per emanare un'ordinanza di sospensione di tutte le manifestazioni culturali e gli eventi pubblici», fa sapere la fascia tricolore di Aiello del Sabato.
 

Ultimo aggiornamento: 12:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA