In camera da letto 100 bombe
e vari coltelli: arrestati due fratelli

Avevano nascosto in camera da letto cento ordigni esplosivi, in un'altra camera della loro abitazione avevano occultato anche vari coltelli e tirapugni. Due fratelli di 36 e 37 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono stati arrestati a Sirignano dai carabinieri. Dovranno ora rispondere dei reati di detenzione abusiva di materiale esplodente di costruzione artigianale e detenzione abusiva di armi bianche. I quindici chili di esplosive e le armi sono stati rinvenuti nel corso di una perquisizione da parte degli uomini dell'Arma. Gli ordigni erano privi di qualsiasi etichetta descrittiva, realizzati artigianalmente, quindi in modo assolutamente illegale: un’esplosione accidentale avrebbe potuto provocare gravissime conseguenze.
Lunedì 4 Febbraio 2019, 19:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP