Strisce arcobaleno ad Avellino,
arriva la bocciatura del ministero

Martedì 30 Giugno 2020 di Gianni Colucci

Affrettarsi a fare i selfie a via Matteotti, tra poche ore le strisce multicolor della città smile non saranno più disponibili. Addio Enjoy Avellino: chi vuole fare l'originale per forza si deve guardare dal ministero delle Infrastrutture, che ha imposto una multa da 400 euro all'amministrazione comunale di Avellino per aver dipinto sull'asfalto strisce pedonali difformi d alla normativa europea. Anzi le strisce dovranno anche essere rimosse e anche subito, dato che sembra siano pericolose: sono scivolose e disorientano chi guida o attraversa.

A notificare il verbale all'ufficio del sindaco, la polizia stradale di Avellino che ha operato per conto del ministero, dopo aver notato che la colorazione appariva difforme da quanto dice la norma sulla circolazione stradale. Un parere è stato richiesto alla direzione che si occupa della materia, secondo una precisa quando routinaria prassi, ed è arrivata la risposta: cancellate tutto.

LEGGI ANCHE Avellino, Festa multato per i cori durante la movida

E ora scoppia la polemica, l'ennesima, sulle decisioni originali dell'amministrazione Festa che non si lascia sfuggire occasione pur di far parlare (in negativo) di sé. Lo stesso contenzioso con il ministero dell'Interno, a questo punto, appare pesante: dalle violazioni su cui si indaga per gli strappi alle ordinanze anti assembramento, alle mancate convocazioni dei consigli comunali e ora alla senz'altro originale vicenda delle strisce multicolor. La corrispondenza tra prefetto e sindaco si fa cospicua,

La direzione generale per la sicurezza stradale del ministero delle Infrastrutture è intervenuta sulla vicenda Avellino. La decisione dei tecnici, dopo un'istruttoria che è stata svolta dalla polizia stradale di Avellino, ha portato alla bocciatura delle strisce arcobaleno a via Matteotti.

La direzione si occupa proprio dell'omologazione dei dispositivi di regolazione della circolazione e di controllo delle infrazioni e della segnaletica stradale. Dispone anche l'autorizzazione all'esercizio dei sistemi di controllo delle zone a traffico limitato e per soluzioni segnaletiche anche sperimentali. E proprio nelle attività di istituto che riguardano l'applicazione della normativa ed omologazione nel settore dei sistemi di ritenuta stradale ha effettuato le verifiche sull'iniziativa dell'amministrazione comunale.

Di qui la decisione della direzione, relativa proprio ai temi della regolamentazione della circolazione stradale e coordinamento dei servizi di polizia stradale.
 


A far accendere il faro del ministero proprio la polizia stradale di Avellino che ovviamente ha competenza su tutte le strade nazionali, comprese quelle urbane. In discussione immediatamente le questioni relative alla normativa tecnica relativa alla segnaletica stradale ed alle materie di competenza. In particolare le autorizzazioni e il monitoraggio di sperimentazioni di soluzioni innovative riguardanti i settori di competenza.

Nessuna delle disposizioni vigenti, tutte adottate a livello internazionale nei paesi dell'Unione europea è stata osservata dall'amministrazione comunale. Di qui la decisione di comminare la pesante ammenda. Pesate non tanto per l'ammontare quanto per la pessima figura che rimedia chi ha avuto la brillante idea di fare le strisce colorate a via Matteotti. Il codice dice infatti che. gli attraversamenti pedonali vengono disciplinati dall'art. 40 comma 1, il quale restringe il campo all'impiego del solo colore bianco. «Gli attraversamenti pedonali sono evidenziati sulla carreggiata mediante zebrature con strisce bianche parallele alla direzione di marcia dei veicoli».

Le altre strisce che non solo non sono ammesse, ma che addirittura risulterebbero pericolose. In sostanza la segnaletica orizzontale deve assolvere ad una sola funzione: quella della sicurezza. Le colorazioni difformi da quella bianca sono assolutamente vietate; Anzi pare che la stessa vernice utilizzata non sarebbe conforme agli standard e potrebbe risultare pericolosa per chi attraversa ala strada. Le strisce insomma potrebbero risultare scivolose in caso di precipitazioni. Le vernici per la segnaletica stradale rispondono a requisiti chimico fisici che appunto impediscono che vi siano ripercussioni sull'aderenza del fondo stradale. Nel caso di via Matteotti insomma la scivolata figurata e materiale è assicurata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA