Vaccini agli under 12
la campagna decolla

Martedì 18 Gennaio 2022 di Antonello Plati
Vaccini agli under 12 la campagna decolla

L'accelerata c'è stata. Non sono caduti nel vuoto i ripetuti appelli alle mamme. A un mese dall'avvio della campagna vaccinale anticovid per i bambini dai 5 agli 11 anni il 30 per cento (6mila 900) di quelli residenti in provincia di Avellino (22mila 942) ha iniziato il ciclo di immunizzazione, facendo almeno la prima dose mentre il 5 per cento (1110) ha fatto anche il richiamo (a 21 giorni dalla prima puntura). Inoltre, ci sono ancora 2mila 839 prenotazioni da smaltire. Dunque, l'adesione alla campagna vaccinale da parte dei bambini è pari al 42 per cento di quelli residenti in provincia di Avellino. Il dato è stato comunicato ieri dall'Asl di Avellino: «Continua la campagna vaccinale pediatrica anticovid per la fascia di età 5-11 anni residenti nel territorio dell'Asl di Avellino», fanno sapere da via Degli Imbimbo.

«Dal 16 dicembre ad oggi sono 8mila e 10 le dosi di vaccino somministrate, di cui: 6mila 900 prime dosi e 1110 seconde dosi» mentre sono «9mila 739 le adesioni sulla piattaforma regionale». I genitori, che non hanno ancora provveduto, possono registrare i propri figli collegandosi al link https://adesionevaccinazioni.soresa.it. La convocazione per la vaccinazione avverrà via sms da parte dell'Asl con orario, giorno e sede dell'appuntamento. I bambini dovranno poi presentarsi muniti di tessera sanitaria e accompagnati da almeno uno dei genitori. Prosegue parallelamente la campagna vaccinale anticovid per la popolazione dai 12 anni in su con 828mila 601 dosi somministrate. Di queste: 322mila 324 sono prime dosi (pari all'87 per cento della popolazione in età vaccinabile composta da 368mila 909 persone), 291mila 208 sono seconde dosi (pari al 78 per cento) e 215mila e 69 sono terze dosi, addizionale e booster (pari al 58 per cento). Da una settimana a questa parte, la terza dose può essere somministrata ai cittadini dai 12 anni in su che abbiano completato da almeno 4 mesi il ciclo vaccinale primario (prima e seconda dose). Mentre la dose addizionale può essere somministrata ai soggetti trapiantati e immunocompromessi ad almeno 28 giorni dall'ultima dose. Non mollano i no vax ultracinquantenni. Nonostante l'introduzione dell'obbligo vaccinale in pochi hanno rivisto la propria posizione. Un flop la tre giorni organizzata presso i drive through di Avellino (Pianodardine), Ariano Irpino e Sant'Angelo dei Lombardi con appena 8 prenotazioni per la prima dose.

Video

Fino a questo momento su 185mila e 75 irpini dai 50 anni in su, in 175mila 263 hanno fatto almeno una dose del vaccino contro il Covid-19 (pari al 94 per cento), in 161mila 757 (87 per cento) hanno completato il ciclo di immunizzazione primario (facendo anche il richiamo) e in 132mila e 28 (71 per cento) hanno fatto anche la terza dose (booster o addizionale). Gli altri, circa 10mila, sono irriducibili del vaccino (censiti dall'anagrafe vaccinale gestita dal Ministero della Salute, alimentata dalle banche dati regionali), che non temono nemmeno le sanzioni previste dall'ultimo decreto legge varato dal governo nazionale. I lavoratori over 50, pubblici e privati, dal 15 febbraio dovranno esibire il green pass rafforzato (ottenibile solo con vaccinazione o guarigione) al proprio datore di lavoro. L'onere delle verifiche spetterà, oltre che ai datori di lavoro, anche alle forze dell'ordine. Perché il mancato adempimento comporterà una sanzione di 100 euro una tantum a partire dal primo febbraio. La multa sarà disposta dall'Agenzia delle Entrate attraverso l'incrocio dei dati della popolazione residente con quelli risultanti nelle anagrafi vaccinali regionali o provinciali. E salirà a una cifra compresa tra i 600 e i 1500 euro per tutti i lavoratori e i professionisti che non saranno in grado di esibire il certificato verde rafforzato al momento dell'accesso al luogo di lavoro. Intanto, domenica sono state somministrate altre 3mila 270 dosi di vaccino, per la maggior parte terze dosi e con una buona percentuale di iniezioni fatte ai bambini. Dunque, nel dettaglio: 572 vaccini sono stati somministrati ai bambini dai 5 agli anni nei 6 distretti sanitari, 481 presso il centro vaccinale di Avellino (PalaDelMauro), 286 a Bisaccia, 252 a Montoro, 225 ad Altavilla Irpina, 224 a Lioni, 214 a Mugnano del Cardinale, 211 ad Ariano Irpino (centro sociale Vita), 202 a Grottaminarda, 200 ad Atripalda, 177 a Cervinara, 95 a Montemarano, 95 a Vallata, 20 negli studi dei medici di famiglia e 16 a domicilio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA