Porta hashish in cella a un parente,
smascherata dai cani antidroga

Una trentenne napoletana ha tentato di introdurre un panetto di hashish nel carcere di Benevento per cederlo, durante il colloquio settimanale, a un suo parente detenuto. Sono stati i cani antidroga Barry e Igor ad incastrare la giovane, che è stata arrestata prima dell'ingresso nell'istituto penitenziario e messa ai domiciliari, nell'ambito dei controlli eseguiti dal comandante dei «baschi azzurri» Linda De Maio in collaborazione con il Reparto Specializzato del Nucleo Regionale Cinofili Campania.

«Cospicuo il bilancio dei controlli eseguiti ieri - commenta Ciro Auricchio, segretario regionale dell'Uspp - con circa diecimila euro di contravvenzioni per violazioni del CdS, un arresto, sequestro di autovetture e droga oltre a perquisizioni domiciliari nel Napoletano». L'operazione è stata condotta in coordinamento con il Reparto di Polizia Stradale di Benevento e la Stazione Carabinieri di Monteruscello (Pozzuoli).
 
Martedì 29 Gennaio 2019, 09:59 - Ultimo aggiornamento: 29-01-2019 13:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP