Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

L’«Ofb» a Milano con sette piante «soliste»

Mercoledì 18 Maggio 2022
L’«Ofb» a Milano con sette piante «soliste»

BENEVENTO - Successo per il debutto, ieri sera, a Milano dell’Orchestra Filarmonica di Benevento che, nella prestigiosa sala Verdi del Conservatorio, ha tenuto un applaudito concerto. La compagine orchestrale beneventana ha eseguito, sotto la direzione del maestro Matthieu Mantanus, in prima assoluta, il brano del compositore Piergiorgio Ratti, «Green Fantasy», concerto per sette piante soliste, sax e orchestra, commissionato dalla Fondazione Società dei Concerti: sax solista Jacopo Taddei. In locandina anche il Concerto per sax di Glazunov e la Sinfonia n. 40 di Mozart. Green Fantasy, progetto patrocinato dal ministero della Transazione ecologica, ha portato in scena sette piante autoctone (ginestra, carpino bianco, lantana, abete rosso, ontano nero, nocciolo, melo), con l’obiettivo di fare ascoltare in sala il suono delle foreste. L’opera è nata per sensibilizzare al rispetto del patrimonio naturale attraverso l’arte. Due percussionisti, illuminando le piante con una torcia, hanno ottenuto risposte sensoriali tradotte in suoni, attraverso sintetizzatori e amplificatori, tutt’uno con orchestra e solista. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche