P. Treccagnoli

Quando Pelé è meglio 'e Maradona

di P. Treccagnoli
Contrordine compagni della Curva A e della Curva B, Pelé è meglio ‘e Maradona. Almeno per i collezionisti di cimeli. Una delle poche certezze che i tifosi del Napoli avevano è stata capovolta dall’asta online della Bolaffi, sito per collezionisti che si sono contesi le magliette storiche dei campioni del calcio. Ebbene ‘O Rey ha stracciato el Pibe de Oro. Nell’accaparrarsi il titolo del più grande di tutti i tempi, il campione brasiliano è stato eterno rivale dell’argentino nostro (ma di recente si sono riappacificati, almeno così vogliono far credere). 

L’ultima partita se l’è, però, aggiudicata il campione della Seleçao. La maglietta che ha indossato nel 1971, arricchita dal suo autografo completo è stata battuta per 22,500 euro. Quella di Diego, con il mitico numero 10, indossata nel 1985, s’è piazzata seconda, facendo incassare solo 10mila euro. Un 2 a 1 abbondante. Terza quella che Dino Zoff ha portato al Mundial spagnolo del 1982: appena 8,125 euro. Anche la maglietta di Gigi «Rombo di Tuono» Riva dello sfortunato mondiale tedesco del 1974 ha avuto un posto d’onore. È stata venduta per 5mila euro. Consoliamoci pensando che il collezionismo ha tutt’altra scala di valori e che se l’abito non fa il monaco, neanche la maglietta fa il calciatore.
Venerdì 15 Dicembre 2017, 20:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



QUICKMAP