Beni confiscati alla camorra,
140 mila euro al comune di Cesa

Mercoledì 8 Dicembre 2021
Beni confiscati alla camorra, 140 mila euro al comune di Cesa

La Regione Campania ha assegnato al comune di Cesa circa 140 mila euro per i beni confiscati. «È stata pubblicata - fa sapere il sindaco Enzo Guida - la graduatoria finale per l'assegnazione di questi fondi e con grande piacere abbiamo verificato che il nostro progetto si è classificato al primo posto».

L'opera finanziata è quella già avviata di riqualificazione del bene confiscato in via Rosa Parks, destinato ad orti sociali, con una piazzetta attrezzata con giochi. «Su questo terreno abbiamo avviato una prima azione di riutilizzo, creando degli orti sociali, dedicati ad Angelo Vassallo, il sindaco pescatore ucciso dalla camorra. Inoltre abbiamo previsto un primo lotto per la realizzazione di una piazzetta. Il tutto con fondi comunali. Ad oggi sono stati assegnati la maggior parte dei lotti, pari a 18».

Obiettivo principale del progetto è recuperare l'area attraverso la valorizzazione del verde pubblico con la creazione degli orti urbani e di uno spazio comune «la piazzetta», centro di aggregazione per la comunità. È stato scelto il sistema degli orti urbani per trasmettere ai giovani l'idea del rispetto dell'ambiente, della tutela della biodiversità agricola e della riduzione della produzione di rifiuti.

Il progetto nasce anche dalla volontà di non impattare sul clima, con l'utilizzo di sistemi a risparmio energetico. «Si è scelto di realizzare il sistema degli orti urbani - spiega Guida - anche come simbolo di riscatto e di rinascita, nella terra dei fuochi, può nascere una filiera virtuosa. Si completerà l'opera dotando gli orti degli impianti necessari per la loro completa fruizione e implementare l'area ludica con adeguate attrezzature ed impianti» conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA