Spaccio davanti ad anfiteatro
di Spartaco: 21 arresti,
scacco al clan Del Gaudio

Mercoledì 4 Dicembre 2019

Maxi operazione antidroga questa mattina all'alba dei carabinieri di Santa Maria Capua Vetere su ordine della Dda di Napoli. Ventuno le persone raggiunte da un'ordinanza di custodia cautelare con l'accusa di associazione finalizzata allo spaccio di droga (escluso l'aggravante mafioso). Sono finiti in manette diversi componenti della famiglia del Gaudio di Santa Maria Capua Vetere. Tra gli arrestati ci sono: Sonia Del Gaudio, Ferdinando Del Gaudio e Raffaele Cipullo. Due persone già si trovavano in carcere. Il blitz è stato coordinato dal capitano Emanuele Macrì e dal tenente Felice Izzo. 

Veniva ordinata via telefono la droga, e consegnata per appuntamento anche davanti all'anfiteatro romano di Santa Maria Capua Vetere da cui il gladiatore Spartaco guidò, nel 73 a.C., la rivolta contro Roma. È questo quanto hanno scoperto i carabinieri del Nor di Santa Maria. Contestati, a vario titolo, i reati di associazione per delinquere dedita all'acquisto, detenzione e cessione di sostanze stupefacenti del tipo cocaina e hashish. I pusher durante le conversazioni usavano un linguaggio criptico per indicare la droga come auto, macchine, scarpe, tuta, telefoni, ed erano costretti ad acquistare la droga dai fratelli Ferdinando e Sonia Del Gaudio al prezzo che loro imponevano. Per la donna sono stati disposti i domiciliari in quanto madre di un minore. Carcere invece per Ferdinando.
 

Ultimo aggiornamento: 11:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA