Sindacati mobilitati contro i tagli Clp:
«Riduzione delle corse non giustificata»

Venerdì 9 Aprile 2021
Sindacati mobilitati contro i tagli Clp: «Riduzione delle corse non giustificata»

I sindacati dei trasporti Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Autoferro e Faisa-Cisal, chiedono un incontro urgente alla Prefettura di Napoli per discutere della situazione «venutasi a creare con la Clp», azienda che gestisce importanti linee del trasporto pubblico locale nelle province di Caserta e Napoli.

I sindacati contestano la decisione della Clp di ridurre le corse del servizio di Tpl e di richiedere la cassa integrazione, parlando di «motivazioni assolutamente inaccettabili, poiché si parla di una riduzione dei servizi scolastici che allo stato - dicono i sindacati - non ci risulta. Mentre, invece, appare evidente - proseguono - una volontà da parte dell'azienda a rimodulare i servizi, volendo eliminare le corse scolastiche, che come abbiamo ripetuto diverse volte, sono comprese nel contratto di servizio del Trasporto Pubblico della Regione Campania con la Clp e vengono pagate integralmente dalla stessa. Appare evidente, da parte della Clp, l'intento a fare cassa sulla pelle dei lavoratori».

«La tensione fra i lavoratori - aggiunge la nota dei sindacati - sta raggiungendo il limite di sopportazione, ormai sono esausti, arrabbiati, sentendosi traditi e usati, perché se da un lato garantiscono il servizio di mobilità ai cittadini, dall'altro vengono calpestati nei loro diritti da parte dell'azienda che cerca di ridurre, con le richieste di ammortizzatori sociali, il proprio stipendio e senza un vero motivo reale».

Ultimo aggiornamento: 10 Aprile, 21:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA