Pugni, schiaffi e sculacciate ad allievi:
divieto dimora per educatore convitto

Martedì 22 Ottobre 2019
Pugni, schiaffi e sculacciate così puniva i suoi studenti. Educatore del convitto nazionale Giordano Bruno di Maddaloni (Caserta), S.N.P. 60 anni originario di Napoli, è stato raggiunto da un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere che prevede il divieto di dimora nel comune di Maddaloni con l'accusa di maltrattamenti aggravati ai danni dei suo studenti.

LEGGI ANCHE «Più sicurezza in classe», la rivolta dei presidi dopo il caso Sapri

Il 60enne aveva costretto, secondo le accuse, dopo le varie denunce presentate da parte dei genitori dei minori, comprovate anche da indagini e intercettazioni ambientali (all'interno delle classi), a cambiare sezione molti dei suoi allievi proprio per i sistemi punitivi violenti che avvenivano quando l'educatore era di turno, soprattutto nelle ore pomeridiane. 
  Ultimo aggiornamento: 16:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA