Violano la zona rossa per giocare
a palle di neve, multati 15 ragazzi

Martedì 19 Gennaio 2021 di Antonio Borrelli
Violano la zona rossa per giocare a palle di neve, multati 15 ragazzi

Nevica: scattano le multe. L’assioma non è così immediato, ma è la sintesi di ciò che è accaduto nelle scorse ore a Presenzano. In una domenica di clausura a causa del virus, la nevicata che ha avvolto l’alto Casertano ha animato i torbidi spiriti di alcuni che, in barba alle misure anti-contagio, sono usciti e si sono recati sul monte Cesima, cima molisana a pochi chilometri dal confine con la Campania, a bordo delle proprio auto. Selfie, corse, palle di neve: non ci sarebbe niente di male, se non fosse che era vietato dai decreti per prevenire dalla diffusione del contagio e dalle ordinanze regionali. Quando i carabinieri della stazione di Presenzano hanno raggiunto il monte Cesima, hanno trovato 15 persone - alcune di Presenzano e altre di Sesto Campano - che avevano violato le leggi vigenti in materia di spostamenti e assembramenti. Tutti i giovani scoperti nel bianco scenario invernale del monte Cesima sono stati multati con una sanzione di 400 euro a testa. 

 

Nello specifico, i residenti di Presenzano sono stati multati anche per aver violato l’ordinanza del sindaco Andrea Maccarelli, che ha istituito una vera e propria micro-zona rossa nel territorio comunale. Ma il maresciallo della locale stazione Gino Parillo annuncia che i controlli continueranno i modo serrato anche nei prossimi giorni. Intanto proprio la neve che ha imbiancato l’alto Casertano sta creando qualche disagio, che va ad aggiungersi a quelli causati dall’emergenza sanitaria. Nella vicina Teano, il sindaco Dino D’Andrea ha disposto la chiusura di tutte le scuole della città, di ogni ordine e grado, e ha attivato il Nucleo Operativo Comunale per affrontare le avverse previsioni metereologiche che potrebbero protrarsi ulteriormente nei prossimi giorni, con particolare riferimento al calo delle temperature, al rischio di forti nevicate, formazioni di ghiaccio e ondate di grande freddo. Intanto anche nella frazione di Vairano Scalo il weekend è stato insolitamente movimentato. Sabato sera, infatti, i carabinieri della locale stazione sono intervenuti nei luoghi della (ex) movida, dove erano stati segnalati presenze sospette. Due bar sono stati sanzionati per 400 euro e chiusi per cinque giorni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA