Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Galleria Continua al Capri Palace Jumeirah col vernissage di Tayou

Martedì 24 Maggio 2022 di AnnaChiara Della Corte
Galleria Continua al Capri Palace Jumeirah col vernissage di Tayou

Continua, la nota galleria d'arte che da  un ex cinema di San Gimignano ha raggiunto in poco più di 30 anni spazi espositivi in mezzo mondo ( Cina, Francia, Brasile, Cuba), mette piede sull'Isola di Capri e lo fa scegliendo una destinazione nella destinazione: il Capri Palace Jumeirah.
Forte dell'idillio già avviato lo scorso inverno a Dubai presso l'iconico hotel a forma di vela, Burj Al Arab , punta di diamante del gruppo Jumeirah, Continua approda ad Anacapri con un'esposizione appositamente pensata per il resort di lusso che si è sempre contraddistinto per il connubio tra arte ed ospitalità.
Il nostro obiettivo è, da sempre, concepire il soggiorno come un’esperienza culturale ed estetica” dichiara Ermanno Zanini,  GM del Capri Palace.
 L'hotel accoglie infatti da anni lavori site specific, frutto di residenze d'artista : si pensi all'altorilievo di Pomodoro all'ingresso, o all'installazione di Plessi che trasforma  una tipica barca di legno ( di quelle ancora oggi utilizzate per entrare nella Grotta Azzurra) in un' opera multimediale.
Da quest'anno la vocazione al Contemporaneo sarà ancora più evidente grazie alla partnership con la galleria Continua che ha scelto per il suo primo vernissage fissato per venerdì 27 maggio Pascale Marthine Tayou, L'artista, nato in Camerun, trasferitosi prima in Francia e poi in Belgio, ibridizza elementi puramente occidentali con riferimenti africani,ponendo accento sulla contaminazione tra culture. Incontro e condivisione costituiscono per Tayou il futuro dell’umanità. Ha partecipato in più occasioni a Documenta a Kassel e alla Biennale Arte di Venezia : le sue installazioni sono il prodotto di un nomadismo ed una fluidità artistica che rappresentano anche la sua persona.
La sua grande opera " Daily Life"  composta da cartelli luminosi in neon e led, comunicherà con l'ingresso dell'hotel e la piazza antistante , mentre altri lavori esposti saranno fruibili nelle aree comuni interne proprio nel solco di una storica e identitaria attenzione della struttura verso il mondo dell’arte. 
 

Ultimo aggiornamento: 22:10 © RIPRODUZIONE RISERVATA