Landini: «Il mio stipendio è di 3.700 euro netti al mese»

Maurizio Landini
15
  • 4633
Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, guadagna 3.700 euro netti al mese. Lo ha detto lo stesso Landini parlando a Otto e mezzo su La7 e respingendo le accuse del leader 5 stelle Luigi Di Maio che ha anunciato un taglio dei privilegi pensionistii dei sindacalisti.

«E' bene che tutti sappiano che mentre chi è in parlamento è pagato con i soldi e le tasse di tutti, quindi anche con i miei, io non sono pagato con i soldi di Di Maio. Io sono pagato con i soldi di chi lavorando decide che l'1% ogni mese lo dà al sindacato. E i soldi pubblici, attraverso i Caf e i patronati, ce li abbiamo perché facciamo dei se4rvizi che per legge sono riconosciuti. Quindi la smettessero di pensare chissà che cosa», ha affermato Landini.





«I nostri bilanci - ha proseguito il leader della Cgil - sono pubblici e la mia busta paga l'ho pubblicata sui siti quando ero in Fiom e non ho nessun problema a rendere noto quanto prendo e come si spendono i soldi dei lavoratori. Essendo segretario generale non l'ho ancora presa la prima busta perché non me l'hanno ancora data ma dovrebbe essere, secondo il nostro regomanento, circa 3.700 euro netti che è lo stipendio più alto in assoluto che io non ho mai preso uno stipendio di quel genere in tanti anni che lavoro», sono state ancora le parole di Landini.

Quando Di Maio dice che metterano mani ai privilegi sindacali dice una «sciocchezza», insiste infine Landini, le «regole nostre sono le stesse di tutti gli altri lavoratori». 

 
Venerdì 1 Marzo 2019, 14:53 - Ultimo aggiornamento: 2 Marzo, 07:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 15 commenti presenti
2019-03-04 14:19:06
Landini, probabilmente non si rende conto che le quote degli iscritti ai sindacati benchè non siano denaro pubblico, non servono per far star bene i sindacalisti. Questo denaro potrebbe essere utilizzato per aiutare gli iscritti più bisognosi (pura utopia)
2019-03-02 14:18:37
Landini, probabilmente non tiene conto che benchè i sindacalisti siano pagati con le quote degli iscritti (vi è sempre un contributo pubblico come ai Caf), questo denaro non serve per far star bene i sindacalisti, ma potrebbe essere utilizzato per aiutare gli iscritti più bisognosi (pura utopia).
2019-03-02 12:21:41
quando la smetteremo di guardare a queste piccole storie che non fanno nulla di male alle casse dello stato rispetto ai grandi disastri provocati da questo governo (?????)gialloverde.TRENTASEI miliardi bloccati per i cantieri fermati dai 5s,migliaia di posti di lavoro PERSI perché siamo in mano a due forze opposte che credono di ''governare'' insieme che non riescono neanche a spartirsi le ''poltrone''hanno bloccato l'economia facendo perdere miliardi di euro ai risparmiatori senza aver guadagnato NULLA,taccio poi sulla manifesta incapacita' dei tanti ministri che farneticano in giro.Ci hanno portato all'isolamento internazionale( Ci Schifano TUTTI )le mafie continuano a fare i loro profitti senza che nessuno se ne curi , mentre tutti se la pigiano con i pensionati d'oro,gli onorevoli strapagati ed altre amenita' (strnazte).Contenti noi contenti tutti…………………………………………………………...
2019-03-02 14:12:48
Landini, probabilmente non si rende conto che le quote degli iscritti ai sindacati benchè non siano denaro pubblico, non servono per far star bene i sindacalisti. Questo denaro potrebbe essere utilizzato per aiutare gli iscritti più bisognosi (pura utopia)
2019-03-02 09:04:34
troppi

QUICKMAP