Salvini: l'anno prossimo forte taglio delle tasse. Spunta ipotesi sistema a tre aliquote

Sabato 6 Luglio 2019
Matteo Salvini in visita negli stand del Villaggio Coldiretti al Castello Sforzesco di Milano
«Dall'anno prossimo faremo un forte taglio delle tasse, preparatevi a un bello scontro con l'Europa». Così il ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini risponde durante l'incontro pubblico al Villaggio di Coldiretti a Milano chi gli chiede un'anticipazione sulla sua agenda dei prossimi mesi. «Io la pazienza del pescatore ce l'ho, se troveremo un accordo lo faremo con il sorriso se no...lo faremo lo stesso», aggiunge Salvini.

Allo studio cè anche una revisione dell'attuale sistema, passando da cinque a tre aliquote Irpef. E' una delle proposte per ridurre le tasse sul tavolo del ministero dell'Economia, in vista della prossima manovra. Idea che piace in ambienti M5S. Si tratterebbe, viene spiegato, di un processo di semplificazione accompagnato, gradualmente, a una sostanziosa riduzione del carico fiscale, partendo da 3-4 miliardi, molto meno costoso quindi della flat tax.

«Ridurre la tassazione nel mondo del lavoro su tre assi fondamentali», ha ribadito il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia nel suo intervento al Seminario estivo Symbola a Treia (Macerata). «Il primo - ha spiegato - le tasse sui salari, il secondo un grande piano di inclusione giovani perché abbiamo una disoccupazione giovanile rilevante a partire dal Mezzogiorno; terza questione è detassare e decontribuire completamente i premi di produzione per aiutare le imprese di ogni settore a fare quello scambio salario produttività e fare un salto di qualità del Paese perché la seconda posizione della manifattura d'Europa, la settima economia del mondo d'Europa si conquista ogni giorno, non è che te la regalano».

 Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA