Salvini a Caserta, gli immigrati in piazza: «Siamo tutti antirazzisti»

Mercoledì 21 Febbraio 2018

Cresce la tensione a Caserta per l'arrivo del leader della Lega, Matteo Salvini. Con i centri sociali è sceso in piazza un gruppo di immigrati che sta pacificamente protestando al grido «Siamo tutti antirazzisti», con striscioni in largo San Sebastiano. 

«Colpa di chi parla al passato, invece di parlare di futuro», afferma Salvini commentando gli ultimi episodi di violenza. «La Lega - ha detto intervenendo a Calvizzano - sta girando tutta l'Italia offrendo soluzioni al problema disoccupazione, riforma della legge Fornero, il blocco dell'immigrazione fuori controllo, la riforma della giustizia e scuola vere. Altri sono in piazza a manifestare contro fascismo e razzismo, processando il passato invece di preparare il futuro. Mi auguro siano gli ultimi episodi di violenza e che a idee si contrappongano idee. Le piazze della Lega sono sempre sorridenti, con le famiglie. E polizia e carabinieri non hanno nulla da temere. Spero che gli ultimi giorni vedano proposte e non risse».
 


Lui, il leader della Lega, arringa il suo popolo a Calvizzano: «Vado quasi ovunque alla tele. Non sono andato da Fazio perché mi sta sulle palle. Sono fenomenali i compagni di sinistra che più il portafogli è pieno più fanno i compagni. Questo vale anche per un altro radical chic che dice che Salvini è brutto e ignorante, Saviano. Saviano, Boldrini, Renzi, Gad Lerner, Fazio....Ma noi vinceremo col sorriso». E ancora: «De Luca se avesse dignità, con quello che sta emergendo sullo scandalo rifiuti, non farebbe uno ma cinque passi indietro».

Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio, 11:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA