​Csm, si dimette Gianluigi Morlini: «Potrò difendermi al meglio»

​Csm, si dimette Gianluigi Morlini: «Potrò difendermi al meglio»
ARTICOLI CORRELATI
Caos procure, si è dimesso dal Consiglio superiore della magistratura Gianluigi Morlini, uno dei quattro togati che si erano autosospesi la scorsa settimana. Morlini, ex rappresentante di Unicost e che presiedeva la commissione per gli incarichi direttivi, ha comunicato la sua intenzione con una lettera al vicepresidente del Csm, David Ermini, dopo che oggi è stata avviata nei suoi confronti l'azione disciplinare.

«Nel clima mediatico ormai creatosi, pochi sembrano volere distinguere e analizzare separatamente le diverse situazioni e le diverse responsabilità di tutti i soggetti che sono stati a vario titolo coinvolti in vicende tra loro del tutto diverse. Le dimissioni sono l'unico modo per tutelare l'Istituzione, anche se, in questo momento davvero terribile, ritengo umiliante essere accomunato a chi ha fatto anche solo alcune delle cose che si leggono». Lo scrive il togato Gianluigi Morlini nella lettera in cui ha annunciato al vicepresidente, David Ermini, le dimissioni dal Csm.
 
Mercoledì 12 Giugno 2019, 18:53 - Ultimo aggiornamento: 13 Giugno, 08:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP