Galleria Vittoria di Napoli, è ufficiale: partono i lavori dell'Anas, dureranno quattro mesi

Lunedì 2 Agosto 2021 di Oscar De Simone
Galleria Vittoria di Napoli, è ufficiale: partono i lavori dell'Anas, dureranno quattro mesi

Iniziano i lavori all'interno della galleria Vittoria ma la città resta divisa in due. Da un lato chi gioisce per l'avvio delle ristrutturazioni e dall'altro chi protesta per i ritardi con cui sono partite. Una divisione, di vedute e di approccio alla questione, molto netta e che mai come questa mattina si è palesata all'esterno dei cantieri. Cartelli e fotografie infatti, sono stati esposti per ricordare come il tempo passato in attesa dei lavori sia stato mal sopportato dalla cittadinanza che adesso – secondo l'assessore ai lavori pubblici Alessandra Clemente – può tirare un sospiro di sollievo. L'inizio dei lavori di manutenzione straordinaria è stato annunciato dall'Anas individuata dal Comune «per l'esecuzione dell'intervento quale principale Stazione Appaltante d'Italia, in ragione della competenza e della professionalità in materia di lavori stradali, in particolare relativi a manutenzioni straordinarie all'interno dei tunnel».

L'intervento «comporta un investimento complessivo di 2 milioni di euro, erogati da RFI (Rete Ferroviaria Italiana), e dureranno 120 giorni. Il Comune ha redatto il progetto esecutivo, che prevede un insieme sistematico di interventi con la completa demolizione dei piedritti in marmo per entrambi i lati della galleria e del primo livello di pannelli del rivestimento architettonico della volta, per l'intera lunghezza.

I piedritti in marmo verranno sostituiti con pannelli in lamierino d'acciaio per un'altezza di 6 metri dal piano viabile; per l'intervento si rende indispensabile la completa sostituzione dei cavi elettrici dell'impianto di pubblica illuminazione, oltre alla rimozione e al riposizionamento degli elementi impiantistici interferenti con le demolizione. Al fine di aumentare il grado di sicurezza, inoltre, il fissaggio dei pannelli del rivestimento architettonico verrà integrato con il montaggio di una rete di protezione ancorata con un sistema di cavi in acciaio». «Le attività lavorative - fa sapere l'Anas - si svolgeranno su turni, per complessive 20 ore al giorno, nell'ottica di contenere al massimo i tempi d'esecuzione dell'intervento, fissati in 120 giorni».  

Video

«Oggi partiamo – commenta l'assessore Clemente – con uno stanziamento di due milioni di euro. Uno sforzo notevole per questa amministrazione. Le attività si concluderanno entro 120 giorni a partire da oggi, rispettando turnazioni che prevedono anche 20 ore di lavoro giornaliero. Per questo ringraziamo l'Anas e tutti quelli che stanno dando il loro contributo affinchè questa galleria torni a disposizione della città». Una tempistica su cui afferma di voler vigilare il consigliere regionale Francesco Borrelli che – proprio durante l'avvio dei lavori – ha inscenato una nuova protesta per sottolineare quanto sia stata deleteria per la circolazione in città, la chiusura di questa importante arteria di collegamento. «E' la prova – afferma Borrelli – dell'inefficienza amministrativa di chi non ha mai compreso quanto sia fondamentale questa galleria. Di quanto i napoletani avessero la necessità di percorrerla in sicurezza ogni giorno. Noi, nonostante i lavori, continueremo a seguire le vicende che interesseranno questo cantiere perchè non è la prima volta che in città si fermano i lavori. Crediamo che comunque vadano le cose, sia necessario ricordare a tutti che non ci arrenderemo mai davanti al degrado sociale ed amministrativo».

Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 08:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA