Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, prove di normalità dopo il Covid: nei saldi spesi più soldi che nel 2020

Domenica 27 Febbraio 2022 di Chiara Bruno
Napoli, prove di normalità dopo il Covid: nei saldi spesi più soldi che nel 2020

La metropolitana piena al mattino, il traffico, la frenesia, la fila al bar per il caffè. Si avverte una ripresa, si respira il coraggio di voler ritornare più forti di prima. Napoli è tornata. Le città e il loro mercato sono di nuovo in fermento. Anche se non ancora del tutto normale, si avverte una ripresa economica e morale. Quest'anno i cittadini campani non hanno rinunciato al tradizionale appuntamento con i saldi invernali, affollando, quasi come un tempo, tutte le strade principali dello shopping. Analizzando i dati della Campania, è emerso che le vendite hanno superato i livelli pre-pandemia. Nell’ultimo mese, i cittadini campani hanno speso individualmente circa 160 euro, con una media di 4,5 transazioni a persona. Rispetto ai saldi invernali del 2021, si registra, quindi, una lieve flessione del 3,6% della spesa, mentre in occasione dei saldi del 2020, antecedenti alla pandemia, la spesa si era attestata sui 105 euro a persona, registrando un balzo del 52%. Gli abitanti della provincia di Napoli spendono in media, una cifra pari a 181 euro per persona. Seguono gli abitanti di Caserta con una spesa pari a 169 euro, i cittadini di Benevento con una spesa di 168 euro, penultimi i cittadini di Avellino con 142 euro. In coda, seguono i Salernitani con una spesa pari a 138 euro. Si sono registrate, dunque delle piccole variazioni, nel 2021, infatti, è stata la provincia di Avellino a far registrare la spesa piú alta con una cifra pari a 225 euro a persona, subito seguita da Napoli con una spesa pari a 219 euro. Invariata la posizione di Salerno che, anche lo scorso anno, è stata la provincia meno dispendiosa, con una cifra media di circa 136 euro a persona. 

A stupire notevolmente, è il dato che riguarda la spesa della popolazione campana, in occasione del Black Friday, uno degli eventi più attesi dell’anno. A fine novembre, gli shop e gli e-commerce di tutto il mondo hanno messo a disposizione moltissime offerte e promozioni, dando l’opportunità ai cittadini, di portare a casa articoli e prodotti a prezzi stracciati. Quest’anno i saldi sembrano non aver retto il confronto con il Black Friday. Nell’ultima settimana di novembre del 2021, infatti, gli sconti del Black Friday e del Cyber Monday, hanno generato una spesa per i campani di 127 euro a persona. In poco piú di una settimana, quindi la popolazione campana ha speso il 79% rispetto a ciò che hanno speso in un mese per i saldi. I top spender regionali del Black Friday sono stati i cittadini beneventani, i quali hanno speso 139 euro a persona, seguiti dai napoletani con 135 euro. A registrare il maggior numero di transazioni in Campania per i saldi 2022 nello shopping online, sono stati i grandi colossi Amazon, Aliexpress e Apple. I retailer favoriti per gli acquisti in negozio, invece, sono state grandi catene quali Decathlon, Zara e H&M.

Continua la crescita dei pagamenti contactless. In occasione dei saldi 2021 il 79% dei pagamenti nei negozi è avvenuto con modalità contactless. Un anno dopo, con i saldi 2022, la percentuale è aumentata passando all’86%. La Campania, tuttavia, resta sotto la media nazionale, che si attesta al 90%. 

Video

La General manager Italia a Sud Europa di Revolut, Elena Lavezzi, commenta così: «Sembra ormai che il Black Friday abbia quasi rimpiazzato i tradizionali saldi come occasione d’acquisto per eccellenza, ma è sicuramente anche una prerogativa dell’avvento dell’ecommerce l’aver reso lo shopping durante tutto l’anno, un’occasione per cercare l’affare, senza dover attendere un momento specifico, come accadeva anni fa. È interessante vedere come le transazioni contactless continuino a crescere in modo inarrestabile, rendendo ormai quasi obsoleta la tecnologia chip&pin».

Revolut è un’app per gestire il denaro da smartphone. Permette ai clienti di ricevere notifiche in tempo reale per ogni singola spesa effettuata, personalizzare la propria carta e le relative funzionalità di sicurezza, ad esempio, attivare e disattivare diversi tipi di pagamenti come quelli contactless, monitorare le spese, impostare dei budget, inviare e ricevere denaro, acquistare criptovalute e molto altro. Le carte contactless di Revolut utilizzano i circuiti Visa e MasterCard, sono accettate da tutti gli esercenti e possono essere utilizzate con Google Pay e Apple Pay. L’azienda, fondata nel 2015 a Londra, ha oggi 18 milioni di clienti nel mondo, di cui oltre 650.000 in Italia.

Ultimo aggiornamento: 28 Febbraio, 07:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA