Stazione Toledo di Napoli, pasticcio sulla segnaletica: «Duomo» esiste solo in alcuni cartelli

Martedì 7 Dicembre 2021 di Alessandro Bottone
Stazione Toledo di Napoli, pasticcio sulla segnaletica: «Duomo» esiste solo in alcuni cartelli

Orientarsi nelle stazioni della metropolitana di Napoli non è semplice per nessuno, specie per chi utilizza raramente i mezzi pubblici. Difficile per i tanti, tantissimi, turisti che la città accoglie in questi giorni di festività natalizie. Non aiuta, certamente, la segnaletica. Emblematico il caso nella stazione Toledo della linea 1 del metrò di Napoli dove gli evidenti errori sono stati “riparati” soltanto in minima parte dopo la denuncia pubblica de Il Mattino di qualche giorno fa.

Sulla banchina per accedere ai treni in direzione Garibaldi, infatti, la segnaletica crea particolare confusione nei pendolari. Su diversi "tracciati" manca la stazione 'Duomo': il nome è ricoperto dal nastro nero come a indicare che la fermata sia sospesa o che la stazione sia ancora chiusa. Diversamente i treni della linea 1 della metropolitana di Napoli effettuano regolare fermata nella stazione lungo corso Umberto sin dal 6 agosto scorso.

In realtà, dopo la segnalazione qualcosa è cambiato. Infatti, su due "tracciati" presenti sulla medesima banchina di Toledo il nastro è stato rimosso. In una la scritta 'Duomo' è normalmente visibile (volendo essere pignoli la 'emme' è leggermente cancellata) mentre in una seconda la parola è quasi totalmente cancellata, probabilmente rimossa proprio nell'atto di rimozione del nastro scuro, applicato da anni.

Insomma, resta molto da fare per restituire chiarezza nella comunicazione agli utenti che, nella medesima banchina, a distanza di pochi metri, si imbattono in segnaletiche incoerenti ed errate. E molto da fare anche per il decoro: le pareti lungo le scale mobili restano ancora sporche. Un colpo d'occhio incredibile rispetto alla bellezza che, negli anni scorsi, ha assicurato alla stazione Toledo di Napoli il titolo di stazione più bella di tutta Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA