Alberto Angela archeologo ad honorem: «Mi sento napoletano»

di Oscar De Simone

9
  • 10587
Prima le cittadinanze onorarie di Napoli e Pompei, poi la laurea honoris causa in archeologia all’Università Suor Orsola Benincasa. “Non c’è due senza tre” per Alberto Angela che ormai in città è di casa. E' lui stesso a dirlo: «sono uno di voi» poco prima della proclamazione. Proprio qui – e più precisamente a Pompei – Angela ebbe le sue prime esperienze nel settore dell'archeologia.
 


Era il 1993 quando per la prima volta entrò nel sito archeologico che lo ha visto protagonista per quasi trent'anni e che non ha mai smesso di visitare. Un luogo “magico” che lo ha proiettato nel campo della divulgazione archeologica di cui è ancora protagonista.
«Fu a Pompei – continua – che nacque tutto. In questa cittadina ho iniziato a parlare ed a raccontare di archeologia. La laurea – che è di tutti quelli che mi seguono – è il coronamento di tanti anni di lavoro in cui ho amato questo mestiere. I miei programmi hanno una ricca squadra che viene da questa città e da questo centro di produzione, a cui sono legato. Continuerò a raccontare Napoli perché ogni volta resto affascinato dalla sua cultura e dalle sue Meraviglie».

 
Martedì 25 Giugno 2019, 19:03 - Ultimo aggiornamento: 25-06-2019 22:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 9 commenti presenti
2019-06-26 14:51:18
Francescoli, Salvini e salviniani del sud spero che sia fenomeno passeggero, sarà limitato ai tempi brutti che viviamo ma la "monnezza" purtroppo nel napoletano non è temporanea, i cumuli son perenni come è estesa la malaeducazione dei napoletani, è questo il grande dilemma. I leghisti del sud che scimiottano gli spot salviniani avranno vita breve, corrono dietro alla carretta del vincitore e sono di pecoroni.
2019-06-26 12:19:58
forse prima era come dice giustamente donKisciotto, ma ora programmi simili vengono trasmessianche da altre tv, Focus, Dmax ,tanto epr fare alcuni nomi.Infine un conto "sentirsi" napoletani (??) l'atro e vivere a napoli.
2019-06-26 12:12:14
Il commento di coki rispecchia l'idiosincrasia tutta itagliana per la cultura!!!! Popolo di Salvini di maio e D'Urso!!!
2019-06-26 11:39:58
buon sangue non mente, la sua trasmissione è una delle pochissime della RAI, per la quale vale pagare il canone
2019-06-26 11:33:59
Rinolivo. E se proponessimo ad Alberto Angela di portare avanti uno studio antropologico su certi napoletani che hanno votato un soggetto come salvini? La soluzione del problema della monnezza a Napoli passa prima attraverso la soluzione delproblema di ben altra monnezza.

QUICKMAP