Bacoli, ex guardia giurata minaccia di darsi fuoco in consiglio comunale

Sabato 23 Ottobre 2021
Bacoli, ex guardia giurata minaccia di darsi fuoco in consiglio comunale

Ha fatto irruzione in consiglio comunale a Bacoli e minacciato di darsi fuoco: un 57enne ieri sera verso le 22, presso la chiesa di San Gioacchino, è stato bloccato dai carabinieri. Il dipendente del Centro ittico campano, assunto come guardia giurata, voleva protestare contro il suo licenziamento inserito nell’ordine del giorno dell’assemblea comunale. E, per questo, si è cosparso di liquido infiammabile.

Aveva appena preso dalla tasca un accendino, quando l'uomo è stato fermato dai militari e dagli agenti della polizia municipale. E poi, denunciato per interruzione di pubblico servizio. L’ex guardia giurata è stata anche visitata da personale del 118. E gli è stata sequestrata a scopo cautelare la pistola, di cui era legalmente in possesso. 

 

«Durante la riunione del consiglio comunale di Bacoli sono successi fatti inammissibili. Sono chiari tentativi di bloccare il percorso di legalità e di rinnovamento civico che si sta realizzando. Al sindaco Josi Della Ragione, che saprà andare avanti con giusta determinazione, un grande e solidale abbraccio». Lo scrive, in una nota, Antonio Bassolino. E il primo cittadino flegreo incassa anche la solidarietà della grillina Valeria Ciarambino, vicepresidente del Consiglio della Regione Campania, che definisce quanto accaduto l’ennesimo attacco a un’amministrazione che da anni si sta battendo per il ripristino della legalità e per contrastare un sistema di clientele per anni diffuso e radicato. Il dramma occupazionale non può certo giustificare atti di violenza di qualunque genere, tesi a minare il tessuto democratico»

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA