Napoli zona gialla, torna la movida nel centro storico: è caos tra musica reggae e cicchetti

Domenica 17 Gennaio 2021 di Gennaro Di Biase
Napoli zona gialla, torna la movida nel centro storico: è caos tra musica reggae e cicchetti

Sabato sera in zona gialla: è movida e caos regole. Folle e alcol in centro, con tanto di musica reggae in via Nilo. Agenti schierati invece a Chiaia. Centinaia i giovani che ieri sera si sono fiondati nelle principali location del by night partenopeo. Pochi di loro però, conoscevano le disposizioni dell'ultimo dpcm, che prevede dall'altro ieri una stretta sull'asporto dalle 18 in poi, e il divieto di consumazione in luogo pubblico sempre dalla stessa ora. Risultato: tanti hanno ripiegato sulla spesa al supermercato prima di passare la serata in casa.

Video

Zona che vai, situazione che trovi. Ressa tra via Bisignano, piazzetta Rodinó e Amendola. Ma sono decine e decine anche gli agenti delle forze dell'ordine, la cui presenza induce i gestori ad abbassare la saracinesca allo scoccare delle 18. «Il dpcm si contraddice - sospira Luca di Martino, gestore di diversi locali chiusi in zona baretti - a pagina 12 compare vietato il consumo nei luoghi pubblici, in seguito dice: Dopo le 18 vietato il consumo nelle adiacenze. Ormai le regole sono sempre più complicate. Ogni giorno dobbiamo studiare nuove carte». Tanta la confusione tra i clienti: «Ero convito che qualcosa saremmo riusciti a bere - dice una ragazzo alla comitiva di 5 amici - a questo punto facciamo la spesa al supermarket e ce ne andiamo a casa. Sgomberi anche ai giardinetti in via Aniello Falcone. Ma ieri sera il traffico in città era quasi quello di un sabato pre-Covid. La vera festa però si è fatta in centro. I bar del by night erano chiusi, ma tanti i ristoranti che alle 20 hanno venduto birra, cicchetti o vino sottobanco. 

Ultimo aggiornamento: 09:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA