Capodanno 2020 a Napoli, piazza del Plebiscito in festa poi tutti sul lungomare

Mercoledì 1 Gennaio 2020


Una piazza del Plebiscito piena di napoletani e turisti ha salutato a Napoli l'arrivo della mezzanotte e del 2020. Si è svolto nella principale piazza cittadina il tradizionale show di fine anno organizzato dal Comune di Napoli e che ha visto come protagonisti sul palco Stefano Bollani, omaggiato della cittadinanza onoraria di Napoli, e Daniele Silvestri.

Capodanno, tenta di spegnere il rogo per i botti e muore ad Ascoli. Diciannovenne ferita da un proiettile nel Casertano

Molto apprezzato l'omaggio di Bollani a Renato Carosone, del quale ha eseguito alcune famosissime canzoni tra le quali Tu vuò fà l'americano, Caravan Petrol, Torero e 'O sarracino.
 

 

Dopo la mezzanotte la festa si è trasferita sul lungomare, dove si è tenuto lo spettacolo dei fuochi pirotecnici a Castel dell'Ovo e, a seguire, i 4 show su altrettanti palchi allestiti in diversi punti del lungomare: revival anni '70 e '80 al Borgo Marinari, latino-americano a via Partenope, Live Urban Pop a piazza Vittoria e «Muevelo» alla Rotonda Diaz.

«Sono molto soddisfatto. Il Capodanno è stato un grande successo ed è andato benissimo sia in piazza che sul lungomare con i fuochi e la discoteca e con i servizi che hanno retto. La città ha dato grande prova di maturità». Questo il commento del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, all'indomani dei festeggiamenti per l'arrivo del nuovo anno che è stato atteso da migliaia di persone in Piazza Plebiscito dove hanno assistito al concertone. Sul palco, accanto a giovani emergenti napoletani, Stefano Bollani, neo cittadino onorario di Napoli, e Daniele Silvestri che hanno fatto cantare e ballare giovani e meno giovani. Un pubblico variegato quello al Plebiscito fatto di napoletani ma anche di turisti che in questo periodo di festività hanno invaso la città. Bollani ha offerto al pubblico il suo omaggio a Renato Carosone, di cui nel 2020 si celebra il centenario dalla nascita. «E' una serata speciale - ha detto nel dietro le quinte il pianista e compositore di fama internazionale - perché per la prima volta suono a Napoli da cittadino onorario ma soprattutto perché omaggiamo Carosone che è stato il mio modello da quando avevo 11 anni e mi ha traghettato verso la buona musica. Auguro a tutti - ha aggiunto - che sia un anno di trasformazione».

Tra i brani offerti al pubblico 'O Sarracino e Torero. Sul palco di Napoli anche il cantautore romano Daniele Silvestri che si è esibito in alcuni dei suoi successi tra cui 'Salirò'. Da Silvestri gli auguri che sia «un anno sereno e in cui si abbia la sensazione di avere un progetto davanti sia individualmente che in generale, in cui si senta che i sacrifici che si fanno e le difficoltà che si affrontano servono a qualcosa perché c'è un'idea, c'è una prospettiva che forse manca e che invece se iniziasse ad arrivare un pò non sarebbe male per Napoli e per tutta l'Italia». In piazza Plebiscito anche l'assessore alla Cultura del Comune, Eleonora De Majo.

Ultimo aggiornamento: 13:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA