Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Commercialisti, Moretta in campo
per la governance nazionale

Lunedì 28 Febbraio 2022
Commercialisti, Moretta in campo per la governance nazionale

Arriva da lontano il progetto professionale della Lista 1 “Insieme per la professione del futuro: innovare per competere” con candidato presidente Vincenzo Moretta: è il frutto di una comunanza di intenti che ha gettato le basi già nel 2020, attraverso relazioni consolidate e di valore in tutto il territorio nazionale.
I candidati, guidati da Vincenzo Moretta, sono: Alberto Righini, Carmen Salvia, Dante Carolo, Fabio Battaglia Gabriela Savigni, Gilberto Gelosa, Lucia Rainò, Luigi Mandolesi, Maria Luisa Campise, Mariagiovanna Galasso, Mario Civetta, Massimo Conigliaro, Massimo Scotton, Maurizio Postal, Michela Colin, Paolo Rollo, Raffella Proietti, Simona Bonomelli, Stefano Coppola e Valeria Giancola. Tra i supplenti: Antonella de Santis, Francesco Tedesco, Luigi Domenico Arcuri, Maura Benvenuti, Palma Rita Genovese. Obiettivi condivisi, una visione chiara e prospettica sul domani della professione, la parità di genere, la realizzazione di progetti sostenibili con uno sguardo alla collaborazione inclusiva e una forte etica professionale sono alcuni dei valori che accomunano e contraddistinguono i candidati della Lista1.

«E’ necessario  fare uno sforzo collettivo di ascolto,  di comprensione di quello di cui necessitano i colleghi e soprattutto di saperlo trasformare  in un’azione  politica corale della categoria che valorizzi le competenze, le grandi professionalità, e l’incredibile ricchezza della nostra professione - dichiara il candidato presidente Vincenzo Moretta - perché noi non siamo solo i 120 mila commercialisti italiani, un numero che già rappresenta un ottimo punto di partenza, ma siamo prima di tutto una ricchezza qualitativa, spesso sottovalutata. Il nostro principale obiettivo è quello di riportare la professione sui tavoli che contano, essere attori e non comparse dei processi rilevanti di cui il Pnrr è solo un esempio di grandissima attualità. Lo sforzo sarà corale, con i sindacati e le casse tutti protagonisti verso un'unica direzione e azione collettiva, condividendo i punti nodali delle richieste e delle rivendicazioni a favore della categoria. Solo così i commercialisti saranno capaci di farsi ascoltare, apprezzati e stimati per la competenza». 


«Il 35% dei componenti della Lista 1 Moretta presidente è tra i 45 e i 55 anni, il 55% tra i 56 e i 65 anni e il 10% è over 65. Sono tutti professionisti con una notevole esperienza istituzionale e professionale: il 50% è iscritto all’albo da più di 30 anni a cui si unisce l’apporto della visione innovatrice del 15% dei candidati iscritti da meno di 20 anni. Sono adeguatamente rappresentativi sia degli studi individuali conl 45% che di quelli associati/STP con il 55%. Il 25% di loro approfondisce i temi della professione anche attraverso l’attività di docenza e ricerca e il 15% è in grado di dare un notevole contributo alla divulgazione, attraverso l’attività di pubblicista.
La presentazione della nostra lista è il risultato che conferma il percorso avviato in quest’ultimo anno. Vi è una piena convergenza tra i candidati nell’idea di una professione sostenibile con l’obiettivo di rendere centrale il ruolo del Consiglio Nazionale.  Ho con me una squadra di colleghi che si sono messi a disposizione con passione ed autentico spirito di appartenenza, per affermare l’importanza dei commercialisti, l’identità, l’etica e la competenza.  Con questo spirito e questa consapevolezza, con umiltà ma anche con determinazione, ci presentiamo per chiedere la fiducia degli iscritti consci della responsabilità che deriva dal rappresentare la nostra categoria».

© RIPRODUZIONE RISERVATA