Manifestazione a Napoli, in piazza gli esclusi dal concorso del Cardarelli: lavoratore portato in questura

Martedì 13 Ottobre 2020

È finita con una persona fermata e molta rabbia, la manifestazione degli idonei nella graduatoria del Cardarelli appoggiati dai disoccupati organizzati.

La questione si trascina da tempo. Al Cardarelli era stato bandito un concorso. Esauriti i posti disponibili sono rimasti circa mille concorrenti idonei. A questo punto invece di continare a scorrere la graduatoria, le diverse Asl campane hanno deciso di bandire nuovi concorsi.

LEGGI ANCHE Covid in Campania, De Luca striglia le Asl 

«In questo modo - dice Marco Coppola - si finisce per moltiplicare il disagio perché ci saranno altri idonei che non verranno assunti. È un sistema infernale. Abbiamo superato un concorso, prima devono assumere noi, poi bandire altri concorsi. Anche perché, e lo dice lo stesso De Luca, la sanità campana ha bisogno di altro personale».

Un presidio era stato messo stamattina davanti alla sede della Regione, al Centro Direzionale, per chiedere un incontro con il presidente della Regione. Secondo i manifestanti, però, dal Palazzo non c'è stata nessuna risposta. Per questo è partito un corteo spontaneo per strada che ha provocato notevoli disagi alla circolazione. È intervenuta la polizia, perché il corteo non era autorizzato, e dopo qualche momento di tensione, un manifestante è stata portato in Questura per accertamenti.

Ultimo aggiornamento: 16:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA