Napoli, ripartono gli interventi di piantumazione: «Nuovi alberi per il Vomero e piazza Vittoria»

Nei lotti rientrano viale Virgilio, via Manzoni e via Boccaccio

Intervento di piantumazione al Vomero
Intervento di piantumazione al Vomero
di Emma Onorato
Giovedì 17 Novembre 2022, 21:45
4 Minuti di Lettura

Riprende la catena d'interventi al verde della città. Così, questa mattina, le vie del quartiere collinare hanno ridato il via alle operazioni di sostituzione e ripiantumazione di alberature - messe in campo dal Comune di Napoli - sul territorio partenopeo. Si è partiti da via Luca Giordano, dove sono stati piantati 18 nuovi platani, per poi proseguire in via Scarlatti - con la stessa specie di alberatura - e via Tino di Camaino (dove invece sono stati piantati dei ligustri). L'intervento di sostituzione e piantumazione ha preso forma seguendo il criterio specie su specie. Un'attività che è partita a seguito dell'operazione di estirpazione delle vecchie ceppaie avvenuta la scorsa settimana.    

Il progetto è partito a dicembre dello scorso anno e dovrà essere concluso entro il 2023. Ma c'è un motivo se gli interventi sono stati eseguiti fino al mese di aprile: «Queste sono attività che non possono essere portate avanti in ogni periodo dell'anno: la piantumazione deve rispettare dei vincoli di stagionalità. E questa è quella giusta», spiega Vincenzo Santagada, assessore al Verde del Comune di Napoli.

Il progetto fa capo a un finanziamento - della città metropolitana - pari a oltre cinque milioni e mezzo di euro e l'intervento di ripiantumazione - specie su specie - riguarderà tutta la città di Napoli: «Questo progetto è stato diviso in cinque lotti: il Vomero appartiene al numero 4, ma le attività partiranno parallelamente anche in altre aree della città - chiosa Satagada - alcuni lotti sono stati già attivati mentre altri sono in corso di attivazione». Un altro intervento, infatti, riguarda il recupero di piazza Vittoria. Qui, oltre a rizollare lo spazio verde «è stato creato un impianto di irrigazione che prima non c'era. Inoltre ci sarà un intervento di manutenzione ordinaria. L'area, d'ora in poi, potrà solo migliorare», garantisce Santagada.

 

In questi lotti rientra anche viale Virgilio, via Manzoni e via Boccaccio. La settimana scorsa Il Mattino ha riacceso l'attenzione proprio sul verde di viale Virgilio. Un luogo simbolico della nostra città che riversa in uno stato di abbandono. La lunga fila di pini che un tempo accompagnavano fino al Parco Virgiliano, sembra essere diventata solo un lontano ricordo. Il verde delle loro chiome - che ossigenava il panoramico viale di Posillipo - si è ormai trasformato in un vecchio fantasma. Le alberature sono state tutte rase al suolo a causa del parassita del pino: la cocciniglia. Ma anche se distanza di anni si assiste ancora a una sfilata di alberi capitozzati, sembra riaccendersi la speranza di tornare a respirare l'aria prodotta da quel polmone verde: «C'è un tavolo tecnico in corso dove si sta valutando - insieme alla Sovrintendenza, i tecnici, gli agronomi, la Facoltà di Agraria, l'Orto Botanico di Napoli, l'Ordine degli Agronomi e l'Ordine di Architettura - se ripiantare i pini o un'altra specie», spiega l'assessore. «C'è da considerare che l'area è sottoposta a un vincolo paesaggistico ed è necessario che ci sia il parere della sovrintendenza - continua Santagada - Un intervento che avverrà a seguito di altri sottoservizi che riguardano il manto stradale e i marciapiedi». Non si può ripiantumare prima - ricorda l'assessore -  bisogna seguire un ordine logico d'intervento. «Questo è il percorso da seguire, chiaramente ci sono dei tempi da rispettare, ma credo che siamo sulla strada giusta», conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA