Napoli, omicidio al Lotto Zero: la pista dell'ultimo post su Facebook

ARTICOLI CORRELATI
di Nico Falco

I sicari lo hanno aspettato sotto casa. Tre colpi, tutti per uccidere, diretti tra torace e addome. È riuscito a trascinarsi nel palazzo, a chiedere aiuto, ma è deceduto qualche ora più tardi in ospedale. Nessun testimone, niente telecamere, ma la firma sembra chiara: la dinamica è quella degli omicidi di camorra e il luogo è da mesi terreno di scontro dove i nuovi clan stanno cercando di riorganizzarsi per prendere il posto delle vecchie cosche ormai indebolite da arresti e agguati.
 

L'uccisione di Salvatore d'Orsi, Poppetta, il ragazzo di 28 anni colpito a morte lunedì sera a Ponticelli, potrebbe essere stata decretata proprio sulla scacchiera dei nuovi equilibri che si stanno formando nella periferia ovest per il controllo delle piazze di spaccio, con la gestione delle piazze di spaccio sullo sfondo. Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile della Questura di Napoli, agli ordini del primo dirigente Luigi Rinella.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 14 Marzo 2018, 10:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP