Operato il bengalese aggredito a Napoli, migliorano le condizioni

Giovedì 15 Agosto 2019 di Melina Chiapparino
Migliorano le condizioni cliniche di Roton Kalak, il 39enne del Bangladesh aggredito domenica notte da un branco di giovani.
L' uomo, ricoverato prima nel reparto di Neurochirurgia e successivamente trasferito nell'Unità Operativa Complessa Maxillo Facciale del Cardarelli, è stato operato.

Il bengalese è stato sottoposto all'intervento per le fratture della mandibola e del setto nasale estesa alla parete orbitaria, una sessione chirurgica delicata ed eseguita con precisione certosina dall’equipe guidata da Maurizio Gargiulo e dall’equipe anestesiologica coadiuvata da Giovanni Olibet. Gli specialisti hanno effettuato la ricostruzione di tutte le fratture facciali di cui era affetto il paziente operato ieri mattina e nuovamente ricoverato nel reparto Maxillo facciale dove ha cominciato il percorso riabilitativo post operatorio.

Rotan, al momento, è in discrete condizioni cliniche e come riferisce il bollettino medico, sarà costretto anche a causa della perdita di alcuni denti ad alimentarsi solo attraverso sonda naso-gastrica per almeno 15 giorni.

Nelle prossime settimane, a seguito di ulteriori esami radiologici, sarà valutata la possibilità di una eventuale dimissione e lo scioglimento della prognosi che per adesso è ancora riservata. Nel frattempo, prosegue la gara di solidarietà dei parenti di altri degenti del reparto che hanno procurato al 39enne vestiti e generi di prima necessità © RIPRODUZIONE RISERVATA