Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pasqua e Pasquetta a Napoli, pugno duro dei vigili urbani

Martedì 19 Aprile 2022
Pasqua e Pasquetta a Napoli, pugno duro dei vigili urbani

Raffica di controlli, pugno duro della polizia municipale. A Pasqua e Pasquetta i controlli nelle strade della movida e nei pressi dello stadio Maradona. Sono 135 i verbali per infrazioni al codice della strada elevati durante la partita a Napoli, prelevate pure 91 autovetture in divieto di sosta, e sequestrati due veicoli senza assicurazione. In più, i vigili urbani hanno sorpreso sette parcheggiatori abusivi e 20 venditori ambulanti irregolari. 

Verifiche anche per far rispettare gli orari di chiusura dei locali stabili nell'ordinanza del sindaco Gaetano Manfredi. Trentotto attività controllate a Chiaia, una multata. Affollatissimo il lungomare nel lunedì in Albis, 4 vetture qui sequestrate, un automobilista fermato anche senza patente. Cinque i veicoli rimossi da carri attrezzi perché rinvenuti in sosta irregolare. Sempre nella zona di Chiaia, fermato e verbalizzato un altro parcheggiatore abusivo.

Ancora nei giorni di Pasqua e Pasquetta: ritirate cinque licenze taxi. Le violazioni contestate hanno riguardato lo svolgimento del servizio al di fuori del proprio turno, l’applicazione di tariffe maggiorate rispetto a quelle previste dal tariffario comunale, la richiesta di compensi aggiuntivi rispetto all’importo indicato dal tassametro. Nove in totale i conducenti nel mirino, di cui quattro per aver omesso di rilasciare la ricevuta dopo aver incassato il corrispettivo per la corsa su percorso a tariffa fissa. All’aeroporto è stato anche individuato e fermato un tassista abusivo che, alla guida della propria vettura, dietro il compenso di 80 euro, aveva caricato una coppia di turisti per portarli a Sorrento; mentre un "affittacamere" è stato sanzionato: non aveva proceduto a regolarizzare la propria posizione sul portale tourist-tax del Comune per il pagamento della tassa di soggiorno versata dai clienti.
 

Ultimo aggiornamento: 11:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA