La protesta dei disoccupati di Acerra al Santuario di Pompei

di Susy Malafronte

La protesta non si ferma neanche in un giorno di festa. I lavoratori del «Consorzio Unico di Bacino» del gruppo di Acerra scendono di nuovo in strada, questa volta davanti al Santuario di Pompei. I manifestanti sono stati ascoltati dall'arcivescovo, monsignor Tommaso Caputo, che li ha invitati a pranzare con lui alla mensa dei poveri, dedicata a Papa Francesco, attiva presso la casa del Pellegrino e gestita dal Sovrano Ordine di Malta. Attualmente è in corso il piano straordinario che vede l’impiego dei lavoratori su alcuni comuni (per un periodo limitato di dodici mesi).
 
 

Dalla città della solidarietà e dell'accoglienza  il «Potere Operaio» denuncia: «il fallimento dei piani rifiuti e sanità della Campania e lavoratori ridotti in schiavitù in alcuni comuni».
Sabato 8 Dicembre 2018, 19:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP