Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Villaricca, puntarono arma contro polizia durante la fuga: tutti scarcerati

Giovedì 18 Agosto 2022
Villaricca, puntarono arma contro polizia durante la fuga: tutti scarcerati

Sono stati tutti scarcerati i malviventi che lo scorso 20 giugno, nel Napoletano, vennero bloccati dalla Polizia di Stato al termine di un inseguimento scattato a Villaricca, dove avevano forzato un posto di blocco, e terminato nella vicina Mugnano. Un episodio che fece notizia anche perché uno dei fuggitivi, durante la fuga, puntò una pistola contro gli agenti.

Nel tragitto si liberarono di due borselli contenenti munizioni e tre pistole, una delle quali risultata rapinata a una guardia giurata a Volla e un coltello con la lama di 23 centimetri. Il Tribunale di Napoli Nord ha scarcerato ieri, l'ultimo dei tre malviventi: si tratta di I.E., 56enne di Giugliano in Campania con precedenti di polizia come G.D.A., 45 anni, anche lui con precedenti. Entrambi sono stati difesi dall'avvocato Fabrizio De Maio che si è visto accogliere la richiesta di attenuazione della misura cautelare del carcere con gli arresti domiciliari malgrado l'opposizione degli inquirenti.

La prima scarcerazione, per gravi motivi di salute, riconosciuti sussistenti dal giudice per il 44enne F.F., risale a venti giorni fa. La decisione della seconda scarcerazione, quella di G.D.A, invece è stata presa lo scorso 11 agosto in virtù del suo comportamento collaborativo e della decisione dell'imputato di voler affrontare il giudizio con il rito abbreviato. Anche per I.E., scarcerato ieri, il giudice ha ritenuto sussistente i gravi motivi di salute. Ai tre vengono contestati i reati di porto illegale di armi, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA