Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pompei, riapre la Casa dei Vettii: il docufilm evento in esclusiva su «ITsART»

Venerdì 29 Luglio 2022
Pompei, riapre la Casa dei Vettii: il docufilm evento in esclusiva su «ITsART»

Da oggi, in esclusiva su «ITsART» – la piattaforma streaming con il meglio dell’arte e della cultura italiana – sarà possibile scoprire il teaser della prima produzione originale ITsART nata in collaborazione con il Parco Archeologico di Pompeii e realizzata da «Except: Eterna Pompeii». Un’opera densa di storia e bellezza, un racconto esclusivo che narra il restauro in corso, in vista della prossima riapertura al pubblico della Casa dei Vettii, uno degli edifici iconici del sito archeologico dell’antica Pompei. Attraverso lo sguardo curioso e appassionato di Francesco Serpico, giovane attore napoletano, lo spettatore avrà il privilegio di assistere ai lavori di restauro della villa, vivere le difficoltà e le sfide di un’impresa che riconsegna al pubblico quel patrimonio sospeso nel tempo che l’eruzione del Vesuvio ha oscurato più di duemila anni fa. «La casa dei Vettii» è una tra le più ricche e famose di Pompei, posta sotto la protezione di Priapo dio della prosperità, dipinto a destra della porta, che simboleggia la prosperità economica dei proprietari, i fratelli Aulus Vettius Restitutuse Aulus Vettius Conviva, liberti, divenuti ricchi grazie al commercio. Perno della dimora e’ il grande giardino colonnato, ricco di statue con zampilli d’acqua, su cui si affacciano le stanze più riccamente decorate. Tra queste il famoso salone con i fregi di Amorini in atto di svolgere le principali attività produttive dell’epoca, dalla vendita del vino alla pulitura delle vesti, dalla coltivazione dei fiori alla vendemmia, dall'oreficeria alla creazione di profumi. Nella zona della cucina invece vi era un bel larario dipinto, mentre l’ambiente adiacente, decorato con una serie di quadretti erotici, era forse destinato ad una schiava prostituta Eutychis, che si offriva per due assi, come racconta un graffito all'ingresso della casa. In esclusiva gratuita da ottobre su itsart.tv, Eterna Pompeii.

Il restauro della casa dei Vetti, diretto da Fabrizio Fichera e prodotto da Maurizio Vassallo, raccoglie le testimonianze di Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco Archeologico di Pompei, Arianna Spinosa, funzionario architetto del parco e direttore dei lavori di cantiere, Roberto Pisani, Kim Jiwon, Daniela Ricciardone, Giorgia Facciolongo, Ignazio Carlo Raucci, Chiara Coticelli e Sara Pagano. Scritto da Filippo Nicosia, il documentario si connota per uno stile narrativo unico che si distacca dai canoni del linguaggio documentaristico convenzionale per fondere in uno tre differenti linguaggi e modalità di ripresa. Così, il racconto filmico ed evocativo si tinge dei colori dell’alba e del tramonto per incontrare le doti attoriali di Francesco Serpico, mentre quello più prettamente documentaristico parla in maniera naturale e coinvolgente dei lavori di restauro lasciando emergere l'umanità della squadra e la bellezza delle persone coinvolte. Il terzo linguaggio, infine, quello più televisivo, che a tratti rimanda al documentario classico o al reality, conferisce leggerezza e vicinanza attraverso la presenza di battute in camera look e la ricerca di interazione tra Francesco e il pubblico a casa. Per l’occasione, i visitatori del Parco Archeologico di Pompei potranno soffermarsi davanti ai monitor collocati all’ingresso dell’area archeologica e scoprire alcuni estratti del documentario. Eterna Pompeii. Il restauro della casa dei Vetti è contenuto unico dedicato a un restauro storico che con stile fresco e dinamico affronta il tema della tutela dell’immenso patrimonio storico e culturale dell’Italia e l’importanza della valorizzazione di opere e siti inestimabili che appartengono all'umanità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA