Una manifestazione al San Carlo per ricordare il musicologo Paolo Isotta

Una manifestazione al San Carlo per ricordare il musicologo Paolo Isotta
Mercoledì 26 Ottobre 2022, 19:32 - Ultimo agg. 20:37
3 Minuti di Lettura

«Paolo Isotta è stato un grande intellettuale di questa città, Napoli gli deve molto era giusto ricordarlo al San Carlo, la più grande istituzione musicale credo del paese». Lo ha detto il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, ricordando il musicologo partenopeo (scomparso a 70 anni il 12 febbraio 2021) dinanzi alla platea del massimo napoletano. «In ogni sua parola emergeva una straordinaria competenza e un incredibile amore per la cultura e la bellezza - sottolinea Manfredi, che è anche presidente della Fondazione San Carlo, attingendo dai suoi ricordi personali nel volume commemorativo che è stato distribuito al pubblico dell'evento aperto alla città - la straordinaria erudizione di Paolo ammaliava, la sua eredità va custodita e coltivata».

Un messaggio del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano ha ricordato «l'intellettuale a tutto tondo che non ha mai avuto paura di remare controcorrente». Conduttrice l'attrice Lara Sansone, la figura di Isotta è stata descritta dallo storico della musica Sergio Ragni. Il libro «Paolo Isotta. Vita, estro e miracoli in 22 testimonianze» edito da Controcorrente, raccoglie le testimonianze di amici, giornalisti, scrittori, uomini di cultura e rappresentanti istituzionali.

«I suoi scritti sono pieni di rimandi, espressione di una cultura vastissima e profonda che spazia dalla filosofia alla storia al diritto, dall'antropologia, alla teologia» ricorda nel suo contributo al volume Sangiuliano. Al termine della commemorazione, concerto del pianista Francesco Nicolosi e della violinista Cecilia Laca. Eseguite musiche di Franz Liszt, «Isoldes liebestod» dal Tristan und Isolde di Richard Wagner S447 e Ludwig van Beethoven per Sonata n. 5 in fa maggiore op 24 «Primavera», tra violino e pianoforte. Isotta, firma del Corriere della Sera, ha scritto saggi di storia della musica e musicologia e non solo. Ha collaborato anche con Il Fatto Quotidiano e Libero. L'iniziativa è stata organizzata dall'associazione amici di Paolo Isotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA