Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

«Buon compleanno Federico»: le arti celebrano l'Università Federico II

Lunedì 6 Giugno 2022
«Buon compleanno Federico»: le arti celebrano l'Università Federico II

Architettura, storia, teatro, musica, fotografia, e ancora ricordi, condivisione, premi. Saranno due giorni intensi quelli di «Buon Compleanno Federico», la manifestazione che l'Università degli Studi di Napoli Federico II organizza annualmente per celebrare l'anniversario della sua fondazione che risale al 5 giugno del 1224. Per i 798 anni federiciani, giovedì e venerdì sono previsti eventi che ne omaggiano sia il passato che presente e il futuro, per un viaggio simbolico e narrativo attraverso la storia dell’Ateneo laico più antico al mondo passando per i laureati illustri fino ad arrivare agli studenti meritevoli, proiettati verso nuovi traguardi. «Le radici greche» L’avvio dell’Università Federico II risale all’atto fondativo del 1224. Ma pochi sanno che il luogo scelto per edificare l’ateneo affonda le sue radici nei primi insediamenti risalenti alla Magna Grecia. Nel cortile della sede centrale, a sinistra dello scalone della Minerva, ritroviamo infatti un tratto delle antiche mura greche, ideale segno di continuità tra l’impegno per le future generazioni voluto dall'imperatore Federico II di Svevia e le origini della città. Qui giovedì alle 17, si terrà un intervento a cura del professor Alessandro Castagnaro atto a promuovere la conoscenza, il recupero e la valorizzazione dell'antica testimonianza archeologica inglobata all'interno del complesso principale dell'Ateneo federiciano. Seguiranno le incursioni teatrali ideate e drammatizzate da Raffaele Parisi con una performance di Muricena Teatro sullo scalone della Minerva. La comunità alle 18  si sposterà nell’altro luogo simbolo dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ossia il cortile delle Statue. Qui lo spazio sarà totalmente dedicato agli studenti, iniziando con la presentazione del catalogo del contest fotografico «Cronache di vita universitaria ai tempi del Covid-19» e del Premio Comitato Unico di Garanzia vinto dalla studentessa Maria De Gregorio. «Non una mera raccolta di immagini, ma la manifestazione profonda di emozioni che ciascun componente della comunità federiciana ha sentito di esprimere: ogni foto è un tassello di un racconto collettivo che si è dipanato nell’arco di due anni, durante i quali il mondo intero è stato travolto da una epidemia. In tanti, studenti e studentesse, docenti e personale tecnico amministrativo si sono cimentati nel contest fotografico che ogni anno il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni dell’Ateneo Federico II promuove» scrivono i curatori Francesca Galgano, Concetta Giancola, Marinella Rotondo. La prima giornata terminerà con la musica, prima con l’esibizione degli studenti federiciani vincitori del concorso musicale talent Live promosso da F2 Radio Lab, il laboratorio radiofonico della Federico II, che ha visto primeggiare la band Aftersat (Davide Correra, Mirko Di Bello, Giuseppe Passeri, Salvatore Pone e Alessia Torinelli), nata nel 2017 dall'incontro fortuito di cinque ragazzi della provincia napoletana, con differenti influenze musicali ma con lo stesso amore per il grunge, il rock post-adolescenziale e le contaminazioni elettroniche della musica dei primi anni duemila. Chiusura infine con «Dentro la 40», «scomposizione» ed esecuzione della Sinfonia numero 40 in sol minore K 550 di Mozart dell’orchestra Scarlatti Young diretta dal maestro Giuseppe Galiano.

Venerdì alle 15 nell’Aula Pessina della sede centrale, dopo i saluti del rettore Matteo Lorito ci sarà la premiazione dei 39 Studenti Meritevoli. Più della metà sono nati dal 2000 in poi, 23 sono donne, 16 studenti sono di lauree Triennali, 17 studenti di lauree Magistrali e 6 di lauree a Ciclo Unico. Sono studenti che alla data del 31 ottobre 2021 avevano superato tutti gli esami previsti con una votazione superiore a quella media del corso di studio. E dal futuro della comunità federiciana premiata per bravura e impegno, ci si sposta nell’Aula magna storica dove alla presenza del ministro dell’Università e la Ricerca Maria Cristina Messa ci sarà la premiazione dei Laureati Illustri: Paolo Ascierto, Miriam Candurro, Sergio Costa, Luciana Lamorgese, Massimo Moschini e Claudio Tesauro. Gran finale in piazza Municipo per il concerto gratuito dell'Orchestra di Piazza Vittorio pronti a lanciare «un messaggio di pace, interculturale e di attualità» come sottolineato dal rettore Lorito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA