Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Migrantour, a Napoli riecco gli itinerari interculturali in vicoli e piazze

Mercoledì 21 Settembre 2022 di Emanuela Sorrentino
Migrantour, a Napoli riecco gli itinerari interculturali in vicoli e piazze

Riprendono le passeggiate Migrantour Napoli promosse da Casba Società Cooperativa Sociale, nell’ambito della rete europea Migrantour Intercultural Urban Routes di cui fanno già parte, oltre a Torino, Milano, Pavia, Genova, Bologna, Firenze, Roma, Cagliari, Catania, Palermo, Parigi, Lubiana, Bruxelles, Lisbona, Marsiglia, Valencia. È disponibile su www.coopcasba.org il programma dal 24 settembre al 7 novembre 2022 con nuovi itinerari e tante novità.​

Creati e condotti da cittadini di origine straniera, gli itinerari Migrantour Napoli svelano piazze, le strade e i vicoli che non raccontano più solo storie locali, ma che racchiudono vissuti, punti di vista, memorie, tradizioni e lingue che l’immigrazione ha portato in città e che convivono, talvolta si mescolano e sovrappongono, con ciò che già c’era. Attraversano quartieri e porzioni di città, mercati, negozi, ristoranti, associazioni, luoghi di culto e di svago gestiti da cittadini di diverse nazionalità, incontrando imprenditori e imprenditrici di origine straniera, proprietari e proprietarie di negozi e ristoranti, responsabili di luoghi di culto e di associazioni culturali. Ingrediente fondamentale delle passeggiate sono le storie personali, i ricordi e le memorie che, passo dopo passo, gli accompagnatori intrecciano con la storia della città e dei luoghi, in continuo andare e venire dai Paesi di origine: aspetti che, insieme, all’inedita lettura interculturale dei luoghi e del territorio, lasciano nei partecipanti alla fine di ogni itinerario la sensazione è di aver scoperto una Napoli mai vista prima e di aver fatto un grande viaggio senza aver mai lasciato la città.

Oltre agli itinerari consueti, come il tour nel quartiere più multietnico della città di Piazza Garibaldi, arricchito di assaggi e piccole degustazioni, fissato per sabato 24 settembre e sabato 22 ottobre alle ore 10.30, e condotto da Pierre Preira e Andreina Lopes Pinto, e il tour di “Le storie di Piazza Mercato” che ha come tappa principale l’incontro nella moschea gestita dall’Associazione Culturale Islamica Zayd Ibn Thabit, previsto per sabato 29 ottobre alle ore 10.30 e condotto da Priscilla Donkor, il programma si arricchisce di nuovi tour e incontri.​

Novità sono l’itinerario “Belle storie” condotto da Yuliya Sanchenko, previsto per venerdì 30 settembre alle ore 16.00, che parte da Porta Nolana e risale lungo via dei Tribunali conducendo i partecipanti e le partecipanti a conoscere realtà vivaci che fanno dell’incontro tra persone e culture una ricchezza per la città, come Officine Gomitoli di Dedalus, Medihospes gestito da SAI Napoli, Avventura di Latta. La passeggiata “Napoli: stratificazioni di storie, miti e popoli”, condotta dall’archeologa Caterina De Vivo, in programma sabato 8 ottobre alle ore 10.20, che racconta quanto, anche in epoca antica, Napoli sia stata un crogiolo di lingue, di culture, di influenze provenienti dall'Asia e dall'Africa. L’itinerario “I luoghi napoletani dello Sri Lanka”, fissata per venerdì 14 ottobre, alle ore 16.00, condotta da Charuni Dissanayaka, che, da Piazza Dante, su per il Cavone e poi dentro il quartiere Montesanto, entra a conoscere alcuni luoghi significativi per la comunità srilankese, per concludere al tempio induista Sri Siththy Vinayagar Alayam dedicato a Ganesha. E infine la passeggiata “Grazia e armonia al tempio buddista” condotta sempre da Charuni Dissanayaka, sabato 7 novembre alle ore 10.30, con la visita al “vihara” (luogo di culto) buddista di via Tomasi di Lampedusa al Frullone, uno dei più grandi d’Europa, e l’immersione nella pratica della meditazione con un assaggio di danze tradizionali srilankesi a cura di Sri Ridma.

Programma completo con costi, luoghi dell’appuntamento su www.coopcasba.org e sulla pagina facebook Migrantour Napoli. Info e prenotazioni: migrantournapoli@coopcasba.org – cell. + 39 334 6049916.

(Foto Biagio Ippolito e Mattia Tarantino per ufficio stampa)

Ultimo aggiornamento: 13:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche