Napoli, il Mann omaggia la cultura nipponica: dai Manga alla rassegna “L'altro Giappone”

Il Mann presenta il catalogo della mostra Manga Heroes e la nuova edizione L'alto Giappone
Il Mann presenta il catalogo della mostra Manga Heroes e la nuova edizione L'alto Giappone
di Emma Onorato
Venerdì 16 Settembre 2022, 16:36 - Ultimo agg. 19:11
4 Minuti di Lettura

Si potrà continuare a percorrere il ponte culturale, fatto di scambio e dialogo, che il Mann ha intrecciato con  l'arte e la società nipponnica contemporanea. «Abbiamo voluto accendere questo focus sul Giappone a partire dalle quattro mostre, che al momento sono presenti nelle capitali nipponiche, per creare questo collegamento Pompei-Giappone che porta il Giappone al Mann», ricorda il direttore del Mann, Paolo Giulierini, in riferimento alla mostra itinerante su Pompei organizzata dal museo archeologico nazionale nelle città di Tokyo, Kyoto, Sendai e Fukuoka. «Questo è lo spirito del museo che non vuole solo esportare cultura ma che desidera anche ricevere la cultura degli altri paesi. Ecco perché abbiamo realizzato la mostra dei Manga - partita quest'estate  e che si concluderà in questi giorni - ed ecco perché nei prossimi giorni ci sarà il festival del Giappone per approfondire, attraverso il cinema e la letteratura, questa cultura millenaria», conclude.

Così il museo ha scelto di dedicare una mattinata alla cultura giapponese, iniziando dalla presentazione del catalogo della mostra "Manga Heroes" - che si concluderà il 19 settembre - e proseguendo con la presentazione della Japan Week "L'Altro Giappone. Satellites of love". «Stiamo per chiudere Manga Heroes, la mostra principale del festival di quest'anno che ha messo in relazione le bellezze del museo archeologico con gli eroi dei manga - commenta Claudio Curcio, direttore generale di Comicon - La collaborazione col Mann va avanti da quattro anni e questa mostra, di cui oggi presentiamo anche il catalogo realizzato in collaborazione con il museo archeologico, rappresenta l'unione tra le bellezze culturali e archeologiche di questo museo nazionale con le passione dei più giovani frequentatori del nostro festival».  Il catalogo racconta i parallelismi tra la tradizione culturale partenopea e quella nipponica attraverso 250 pagine di illustrazioni e approfondimenti.  Durante la presentazione è intervenuto anche l'influencer, youtuber, esperto di Manga, Maurizio Iorio, alias Kirio1984, appassionato di manga sin dagli anni '90. «Questa mostra è una rappresentazione del fatto che il Manga non è solo cultura pop, ma che viene riconosciuta, al 100%, come una vera cultura che è stata capace di influenzare tutte le generazioni dei ragazzi italiani». Nel 2010 ha aperto il suo canale Youtube, è seguito da migliaia di followers anche su Instagram e Twitch. Ed è proprio attraverso i social network che Iorio cerca di «far capire ai giovani quel è stato il ruolo culturale che i manga hanno avuto dagli anni '70 fino ad oggi».   

Dai Manga si passa a L'altro Giappone, che torna dal 4 al 9 ottobre con la sua manifestazione cinematografica - e non solo - interamente dedicata al Giappone.  «L'edizione di quest'anno si intitola "Satellites of love" e parla della condizione umana una volta che il sistema sociale delle famiglie si disgrega e si trovano nuovi satelliti relazionali», spiega Barbara Waschimps, direttore artistico L'Altro Giappone, in riferimento al tema scelto.

Video

La rassegna cinematografica - che verrà inaugurata martedì 4 ottobre presso il Grenoble - spazia dal dramma alla commedia pop, dall'ero-guro al documentario. «Una settimana interamente dedicata alla cultura giapponese che si terrà non solo al Mann - dal 5 al 9 ottobre - ma anche presso l'istituto francese, il Grenoble, durante le serate» del 4,5,7 e 8 ottobre. La manifestazione - realizzata in collaborazione con il Grenoble, l'Università l'Orientale, l'Istituto Giapponese di Cultura e l'Istituto Pagano - è stata presentata al Mann anche in presenza della console generale della Francia a Napoli, Lise Moutoumalaya.

© RIPRODUZIONE RISERVATA