Premio Malafemmina 2020:
per napoletani di talento

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Enrica Buongiorno

Dall’ex calciatore del Napoli Emanuele Calaiò allo stilista Gianni Molaro, dagli attori Lucio Pierri e Ciro Villano al cantante Mauro Nardi. Parata di stelle partenopee dello sport, spettacolo e della musica, oltre a eccellenze della medicina e dell’imprenditoria, per la sedicesima edizione del “Premio Malafemmena”, ideato dalla giornalista Barbara Carere e dal marito, l'ex calciatore della Juve Stabia Giuseppe Della Corte, con la direzione organizzativa di Alberto Esposito presso la “Cascina Verde Event” di Varcaturo.

Il premio, dedicato al “Principe della risata” e riconosciuto ufficialmente dalla famiglia del grande artista, ha visto come madrina la presentatrice Veronica Maya. "Il Premio Malafemmena” vuole ricordare un grande artista come Totò e in suo onore tutti i napoletani che si distinguono in tanti campi. Sono contenta di poter contribuire a valorizzare le nostre origini e una terra a volte ancora schiacciata dai luoghi comuni. Napoli e la napoletanità sono molto di più”, ha spiegato Barbara Carere. A ricevere l’opera che rappresenta il viso di Toto' stilizzato a firma delle sorelle artiste D’Auria: Raffaele Ferrante dei Ditelo Voi, l'attore di Gomorra Luciano Giugliano, Giovanni Amura e Alessio Gallo de L’amica geniale, Ivan Castiglione, lo sportivo Marco Maddaloni, il giornalista Diego Paura, Nando Mormore patron di Made in Sud e molti altri. Tra gli ospiti della serata, Federico Salvatore, la cantante Anna Capasso, Valerio Jovine, Rosaria Mallardo, Francesco Da Vinci, Ivan Granatino, I Desideri, Paky G, Ida Rendano e il tenore Jiulia Burduli e alcuni protagonisti di “Made in Sud” come Peppe Laurato e Rosaria Miele.

 

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA