Angels Hunter: una serie fantasy con Simon Merrels e Anthony Gethin tra Paestum e il Cilento

Simon Merrels
I templi di Paestum protagonisti della prima puntata della serie fantasy The angels' hunter con primo ciak il 23 febbraio. L'antica Poseidonia è stata scelta dal salernitano Giuseppe Motta (già supervisore agli effetti visuali per Avatar, La bussola d'oro, Harry Potter e i doni della morte parte II e X Men-First class), al suo esordio alla regia e affiancato dal regista Attilio Rossi, questa volta in veste di produttore, come teatro del set di uno scenario futuristico, quale culla del mito che sopravvive al tempo. Oltre a Capaccio-Paestum, si girerà anche ad Agropoli e a Londra.

In un domani lontano, su universi remoti e abitati da creature ostili, dalle viscere della terra di Pesto il Bene e il Male torneranno a fronteggiarsi nelle figure emblematiche di due cacciatori e di una innocente, una bambina con il dono della prescienza. Nimit sarà interpretata dalla studentessa cilentana undicenne Sofia De Conciliis, selezionata dalla produzione anglo italiana (Amalthea Ltd e Mekané Produzioni). Tra i protagonisti, gli attori internazionali Simon Merrels e Anthony Gethin, rispettivamente, nel ruolo del buono, Aeson, e in quello dell'antagonista, Tyro. Merrels e Gethin sono già noti al pubblico televisivo per aver interpretato Marco Licinio Crasso nella serie Spartacus e Renly Baratheon, personaggio de Il Trono di Spade. The angels' hunter sarà presentato alle più prestigiose case di distribuzione mondiali di serie tv. Il 22 febbraio alle 11 si terrà la conferenza stampa di presentazione presso la sala Cella del Museo Archeologico Nazionale del Parco Archeologico di Paestum. Interverranno: Gabriel Zuchtriegel, direttore del PAE, Giuseppe Motta, Attilio Rossi e parte del cast artistico e tecnico.
Giovedì 21 Febbraio 2019, 19:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP