Comicità, tradizione e musica: la stagione del «Mario Scarpetta»

Venerdì 18 Ottobre 2019 di enrica buongiorno
Comicità, tradizione e musica: la stagione del «Mario Scarpetta»

Dalla commedia comica al concerto spettacolo, dal teatro di tradizione ai racconti bio. Presentata la nuova stagione del teatro “Mario Scarpetta” di Ponticelli (via Madonnelle 121), a cura della associazione culturale “Partenope”, presieduta da Giovanni Vigliena. Ad inaugurare il cartellone, il prossimo 27 ottobre, sarà il monologo tragicomico “Siamo tutti Online” (tranne i businessmen) con Lucio Caizzi. A seguire, il 10 novembre, “OperAperta/Per me Donna” con Tina Femiano e le evoluzioni coreografiche di Sabrina d'Aguianno. Una pièce capace di attraversare e penetrare l'essenza di commediografi come Eduardo De Filippo, Manlio Santanelli fino alla scrittrice Patrizia Rinaldi. Teatro, tradizione e ironia, invece, sono le caratteristiche dello spettacolo “Due come noi”, protagonisti Rosaria De Cicco e Ernesto Lama a confronto con un testo che s'intrattiene sui paradossi relativi al rapporto fra attore e personaggio, tra versi e musica (23 e 24 novembre). Lalla Esposito e Massimo Masiello sono i protagonisti del concerto-spettacolo “Sfogliatelle e altre storie d’amore”, in scena il 14 e 15 dicembre. Attraverso le più note “macchiette” del repertorio napoletano legate a quel genere di canzone definita umoristica, da “Agata” a “La pansè” sino a “Dove sta Zazà” e molte altre, i due artisti producono un momento di spettacolo in bilico tra l’ironia ed il quadro del mutamento sociale della donna negli anni ‘30. L’anno si chiude con la commedia comica dal titolo, “Alienati” – Cose dell’altro mondo -  con Ciro Esposito, Salvatore Catanese, Rosario Minervini, Cristiano Di Maio, Mariachiara Vigoriti (28 e 29 dicembre).
Il noir napoletano che racconta le vicende di un serial killer che uccide per capriccio, ““Nzirial Killer” volume 3”, con la regia di Peppe Celentano sul palco insieme a Gabriella Cerino, Francesco Luongo e Diego Sommaripa sarà in scena il 11 e 12 gennaio mentre Francesca Marini vestirà i panni dell’usignolo parigino nello spettacolo musicale “Edith Piaf e le altre” il 25 e 26 gennaio. Federica Aiello e Roberto Giordano presentano, il 9 febbraio, “Totò che padre” - Omaggio all'uomo, all'artista e al poeta Totò. Un viaggio nella vita del Principe De Curtis attraverso alcuni aneddoti tratti dai ricordi della figlia Liliana. Sarà Massimo Masiello a portare sulla scena, attraverso canzoni, musica e brani teatrali, lo spirito del grande Raffaele Viviani nello spettacolo, “Ode a Viviani” tra vicoli, musica e teatro (23 febbraio). In occasione della festa della donna, l'8 marzo, Gino Curcione sarà in scena con “Nummere”, la tombola scostumatissima.” Il 5 aprile è la volta dello spettacolo di Massimo Andrei, “Il cane di fuoco” - Cunti e canti in narrazione bio con Vincenzo de Lucia ed Eduarda Iscaro alla fisarmonica. Una nuova raccolta di piccole storie narrate dal vivo. Da anni Andrei va praticando e diffondendo la “narrazione bio” che si riaffermerà dopo tanta comunicazione e intrattenimento virtuale e sofisticato come già è accaduto per l'alimentazione bio. A chiudere la stagione del “Mario Scarpetta”, il moderno varietà di Salvatore Gisonna e Diego Sanchez,  “C’era una volta… anzi due!” (9 e 10 maggio).   
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA