Coronavirus, l'ordine degli architetti
dona 35 mila euro al Cotugno

Domenica 5 Aprile 2020
L'Ordine degli architetti di Napoli scende al fianco dell'ospedale Cotugno di Napoli e dei suoi operatori impegnati nella strenua battaglia al Coronavirus. E lo fa in maniera concreta decidendo di stanziare, dal bilancio dell'ente, la somma di 35mila euro a favore del presidio ospedaliero cittadino, così come deliberato all'unanimità dal consiglio dell'ordine di Napoli nel corso dell'ultima seduta. «Abbiamo voluto manifestare la solidarietà di tutti noi architetti napoletani a un ospedale che oggi è in prima linea nella cura di questa terribile pandemia nella speranza che, tutti insieme, uniti, possiamo farcela, ed esprimere al tempo stesso la nostra vicinanza ai medici, agli Infermieri e a tutto il personale delle strutture sanitarie tanto impegnati in questa lotta», è la posizione espressa dall'intero consiglio.

LEGGI ANCHE Coronavirus, Benetton: «Le imprese hanno sbagliato a sottovalutare»

L'Ordine ha inoltre predisposto un fondo di solidarietà destinato al sostegno degli architetti che, in questo momento, non possono contribuire alla propria quota di iscrizione all'ordine. Fondo in cui potranno altresì confluire contributi facoltativi – corrispondenti a una ulteriore quota o parte di essa – offerti da colleghi in forma singola o associata.  Infine, è stato costituito un tavolo tecnico-osservatorio sull’emergenza Covid-19 allo scopo di far fronte alle circostanziate esigenze attuali della professione e di pianificare il futuro prossimo della professione stessa, ma anche discutere delle trasformazioni che deriveranno da questa tragica esperienza al nostro modo di concepire le abitazioni, gli ospedali e l’ambiente urbano. Gli architetti sono gli artefici ed i custodi della bellezza urbana e devono essere pronti alla prossima sfida.
© RIPRODUZIONE RISERVATA