Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cadavere nel Po in secca, era chiuso in un borsone ed è una donna: potrebbe essere Isabella Noventa o Samira

Martedì 5 Aprile 2022 di F.C.
Samira El Attar (a sinistra) e Isabella Noventa

Cadavere affiora dalle acque del fiume Po in secca: di chi potrebbe essere? Giallo sul ritrovamento di un corpo ieri pomeriggio, lunedì 4 aprile. Emerge una novità che cambia tutti i contorni della scoperta e che fa propendere le indagini in modo deciso verso l'ipotesi di omicidio.

Turista tedesca morta a Roma, indagine per istigazione al suicidio: il camper spostato prima che arrivassero i soccorsi

Corpo nel Po: è una donna ed era in un borsone

Ma proprio oggi è stato svelato un dettaglio che cambia tutta la prospettiva della vicenda: il corpo, in avanzato stato di decomposizione, ma verosimilmente di una donna, era infatti all'interno di un borsone. Da qui, pochi dubbi che si tratti della vittima di un omicidio, la cui salma è stata poi gettata nel fiume per evitarne il ritrovamento. Sembra essere per questo motivo che, fin dal momento della scoperta, la Procura di Rovigo ha fatto calare una cortina di silenzio su tutta la vicenda. L'unico dettaglio trapelato ieri era stato quello relativo al ritrovamento del corpo, Il fatto che fosse in una borsa, inevitabilmente, infittisce la cortina di mistero che già aleggiava sulla vicenda.

La sacca sospetta

Sembrerebbe essere stato un operaio a notare la sacca sospetta, avvertendo immediatamente i carabinieri. Un sospetto fondato, perché una volta aperta è stato scoperto il suo macabro contenuto. Impossibile, al momento, ipotizzare provenienza e periodo di stazionamento in acqua, con apposite perizie che arriveranno in soccorso degli inquirenti per aiutarli a dare un nome alla donna uccisa e gettata nel Po.

Giallo Isabella Noventa o Samira?

Gli inquirenti stanno cercando di risalire all'identità: in Veneto le uniche donne scomparse sono Isabella Noventa e Samira El Attar. La prima è stata uccisa nel 2016 dall'ex fidanzato, la sorella di lui e un'amica. La seconda è stata assassinata dal marito nel 2019. Le indagini proseguono.

 

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA