Coronavirus Italia, bollettino: 11.252 casi e 237 morti. Tasso positività sale al 5,2%

Domenica 31 Gennaio 2021
Coronavirus Italia, bollettino: 11.252 casi e 237 morti. Tasso positività sale al 5,2%

Coronavirus, il bollettino di domenica 31 gennaio. Nelle ultime 24 ore in Italia i nuovi contagi sono 11.252 (ieri 12.715), i morti 237 (ieri 421), secondo i dati del ministero della Salute. Sono stati 213.364 i tamponi effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, con un tasso di positività rispetto ai nuovi casi (11.252) del 5,27% (+0,9% rispetto a ieri). Gli attualmente positivi sono 453.968, 9.384 in meno di ieri.

 

Miozzo (Cts): «Evitare assembramenti, rischio che la curva esploda»

 

Il ritorno in area gialla «non significa normalità». È necessario «evitare assembramenti» poiché c'è il rischio «assolutamente reale che la curva schizzi rapidamente verso numeri difficilmente gestibili». Lo dice il coordinatore del Cts Agostino Miozzo sottolineando che è fondamentale ricordare cosa è successo la scorsa estate quando «molti si sono proiettati al ritorno alla normalità senza comprendere che il virus era, come oggi, attorno a noi». 

A settembre scorso, sottolinea ancora Mizzo, «abbiamo visto la curva schizzare rapidamente verso numeri difficilmente gestibili» e «oggi quel rischio è ancora assolutamente reale», senza dimenticare «l'incognita 'variantì, di cui si sa ancora poco circa la presenza sul nostro territorio ma abbastanza sulla loro velocità di diffusione». Dunque, conclude il coordinatore del Cts, «essere rientrati in area gialla non significa normalità e gli assembramenti visti ieri paiono essere solo la premessa di una esasperata, benché comprensibile, necessità di ritorno alla vita di tutti i giorni che purtroppo non ci possiamo ancora permettere».

 

Spostamenti fuori regione da quando? Faq zona gialla: sci e seconde case, cosa si può fare

Lazio, vaccino anziani al via: cosa bisogna fare per prenotarsi (non serve lo Spid), le Faq

 

 

I dati

 

Lombardia, 1.438 nuovi positivi e 24 morti

 

Sono 1.438 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia, di cui 74 'debolmente positivì. I tamponi effettuati, si comunica dalla Regione Lombardia, sono stati 24.494, con un rapporto fra nuovi positivi e tamponi eseguiti del 5,8%. Da ieri si sono registrati 24 morti, per un totale dall'inizio della pandemia di 27.098.

 

Veneto, 499 contagi e 9 decessi in 24 ore

 

Numeri in netto calo nel bollettino giornaliero sul Covid in Veneto. Il report della Regione segnala 499 contagi e 9 decessi nelle ultime 24 ore. Dati che portano il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia a 312.185 e quello delle vittime a 8.931. Si liberano man mano i posti letto negli ospedali, dove il trend di discesa dei ricoverati Covid è in atto da alcune settimane. I malati nei reparti non critici sono oggi 1.982 (-15), mentre nelle terapie intensive si trovano 254 persone (-7).

 

Lazio: oggi 943 casi (413 a Roma) e 39 morti

 

Nel Lazio oggi sono stati registrati 943 casi (413 a Roma) e 39 morti. Il rapporto positivi-tamponi è al 4%. Ieri nel Lazio erano stati registrati 1.138 positivi (524 a Roma) e 27 morti. Effettuati oltre 9 mila tamponi nel Lazio (-3.625 rispetto a ieri) e quasi 14 mila antigenici per un totale di oltre 23 mila test.

«Diminuiscono i casi e i ricoveri, stabili le terapie intensive, mentre aumentano i decessi. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10 per cento, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende a 4 per cento. I casi a Roma città tornano a quota 400»,  ha detto l'assessore alla Sanità e integrazione sociosanitaria del Lazio Alessio D'Amato al termine dell'odierna videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l'ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

«Concordo con il ministro Speranza la zona 'giallà non è uno scampato pericolo. Con gli assembramenti si va dritti in zona 'rossà, chiedo il massimo rispetto delle regole. È stato fatto uno sforzo enorme per ritornare in fascia 'giallà che rischia di essere vanificato dagli assembramenti che si sono visti nelle ultime ore. È meglio dire con chiarezza che se dovesse proseguire questa situazione è inevitabile un aumento dei casi e ulteriori misure di restringimento. È veramente da irresponsabili vanificare il lavoro fatto», ha concluso D'Amato sul portale Salute Lazio.

Nel dettaglio, nella Asl Roma 1 sono 94 i casi nelle ultime 24 ore ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Sono tre i ricoveri. Si registrano sei decessi di 60, 74, 76, 84, 84 e 92 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 269 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Centosessantadue i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano tredici decessi di 76, 81, 83, 84, 86, 88, 90, 91, 93, 94, 94, 95 e 95 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 50 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 82, 88 e 91 anni con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 75 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 80 anni con patologie. Nella Asl Roma 5 sono 54 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 69, 78 e 86 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 119 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 63 e 92 anni con patologie.

Nelle province si registrano 282 casi e sono undici i decessi nelle ultime 24 ore.

Nella Asl di Latina sono 121 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl di Frosinone si registrano 85 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con collegamento familiare. Si registrano sette decessi di 41, 58, 81, 84, 87, 91 e 96 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 40 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro di 65, 78, 82 e 83 anni con patologie.

Nella Asl di Rieti si registrano 36 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con collegamento familiare o contatto di un caso già noto.

 

Piemonte, 528 nuovi positivi e 14 decessi

 

Sono 538 i nuovi positivi al Coronavirus in Piemonte, il 5,8% dei 9.258 tamponi eseguiti. Gli asintomatici sono 190 (35,3%). Lo rende noto l'Unità di crisi regionale, alla vigilia dell'allenamento delle misure anti-Covid con l'ingresso della regione in zona gialla. I nuovi decessi sono 14, di cui due verificatisi oggi, mentre i guariti sono 594. Prosegue la lenta discesa dei ricoverati: sono 146 quelli in terapia intensiva, quattro in meno rispetto a ieri, mentre negli altri reparti sono ancora 2.122, cinque in meno. In isolamento domiciliare poco più di 10 mila piemontesi (!0.027). Dall'inizio dell'emergenza, dunque, i positivi in Piemonte sono 227.125, i decessi diventano 8.847, i guariti 205.983.

 

Friuli Venezia Giulia16 decessi in 24 ore

 

«Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.462 tamponi molecolari sono stati rilevati 310 nuovi contagi con una percentuale di positività dell'8,9%. Sono inoltre 929 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 86 casi (9,2%). I decessi registrati sono 16; i ricoveri nelle terapie intensive sono 60 mentre quelli in altri reparti ammontano a 590, quest'ultimo dato in calo rispetto a ieri». Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. «I decessi complessivamente ammontano a 2.394, con la seguente suddivisione territoriale: 546 a Trieste, 1.154 a Udine, 535 a Pordenone e 159 a Gorizia. I totalmente guariti sono 52.252, i clinicamente guariti salgono a 1.555, mentre le persone in isolamento risultano essere 10.683. Dall'inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 67.534 persone con la seguente suddivisione territoriale: 13.511 a Trieste, 29.780 a Udine, 15.314 a Pordenone, 8.115 a Gorizia e 814 da fuori regione».

 

Emilia Romagna, 1.277 nuovi casi e 22 morti

 

Sono 1.277 i nuovi casi di positività al Coronavirus individuati in Emilia-Romagna sulla base di 13.519 tamponi, fra molecolari e antigenici. Si contano anche 22 morti. Dei nuovi contagiati, 567 sono asintomatici, emersi grazie alle attività di screening e contact tracing. I casi attivi, cioè i malati effettivi, sono a oggi sono 46.868 (+512 rispetto a ieri), il 95% dei quali in isolamento domiciliare, non richiedendo cure particolari. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 206 (+3 rispetto a ieri), 2.112 quelli negli altri reparti Covid (-11). Delle nuove 22 vittime registrate nelle ultime 24 ore, che portano a 9.476 il totale dall'inizio dell'emergenza, sette sono a Modena, quattro sono nel Parmense e nel Ravennate, tre in provincia di Piacenza e di Reggio Emilia, uno a Ferrara. Nessun decesso nelle province di Bologna, Forlì-Cesena e Rimini.

 

Marche, 601 ricoverati

 

Ricoverati per Covid in calo nelle Marche secondo l'aggiornamento del Servizio Sanità della Regione: sono 601, -12 rispetto a ieri. Una diminuzione legata ai pazienti in reparti non intensivi che sono 378, -16 su ieri, mentre quelli in terapia intensiva sono 71 (+1) e quelli in area semi intensiva sono 151 (+3). Nelle ultime 24ore ci sono stati inoltre 20 dimessi. In calo anche gli ospiti di strutture territoriali da 229 a 224, mentre le persone nei pronto soccorso (tecnicamente non comprese tra i ricoverati) sono salite da 21 a 23. Continuano ad aumentare i positivi in isolamento domiciliare da 8.547 a 8.657. Gli attualmente positivi (ricoverati più positivi in isolamento) sono 9.258. In netto calo le persone in quarantena per contatti con contagiati che scendono da 15.348 a 14.841, di cui 4.045 con sintomi, 649 operatori sanitari. I dimessi/guariti dall'inizio della pandemia salgono a 44.263.

 

Campania, 1401 positivi e 10 morti

 

Questo il bollettino di oggi, diffuso dall' Unità di crisi della Regione Campania: Positivi del giorno: 1.401 (di cui 103 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui Asintomatici: 1.215 Sintomatici: 83 * Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare Tamponi del giorno: 17.094 (di cui 2.192 antigenici) Totale positivi: 222.185 (di cui 1.386 antigenici) Totale tamponi: 2.432.221 (di cui 26.100 antigenici) Deceduti: 10 (*) Totale deceduti: 3.757 Guariti: 625 Totale guariti: 156.006 * 4 deceduti nelle ultime 48 ore e 6 deceduti in precedenza ma registrati ieri Il Report posti letto su base regionaleè il seguente: .Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656 -Posti letto di terapia intensiva occupati: 99 -Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**) - Posti letto di degenza occupati: 1.417 ** Posti letto Covid e Offerta privata.

 

Puglia, oltre mille positivi e 13 morti

 

Su 8.186 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus eseguiti nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 1.069 casi positivi: 354 in provincia di Bari, 321 in provincia di Foggia, 163 in provincia di Taranto, 92 nella provincia BAT, 80 in provincia di Lecce, 59 in provincia di Brindisi,1 residente fuori regione, mentre un caso di provincia non nota è stato attribuito e riclassificato. L'incidenza di positività sui test eseguiti è del 13%, in salita rispetto a quasi il 9% di ieri e anche al 12% del giorno prima. Sono stati registrati 13 decessi: 6 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Bari, 4 in provincia di Taranto e uno nella Bat. Tre decessi registrati nei giorni scorsi in provincia di Brindisi sono stati riclassificati e riattribuiti. Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.312.676 test; 66.971 sono i pazienti guariti e 52.744 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 122.907.

 

Calabria, 193 nuovi contagi e 4 vittime

 

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 490.510 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 518.350 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 32.747 (+193 rispetto a ieri), quelle negative 457.763. Sono questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare +4 ricoverati, +2 terapie intensive, +175 guariti/dimessi e altri 4 morti. Territorialmente, dall'inizio dell'epidemia, i casi positivi sono così distribuiti:

Cosenza: CASI ATTIVI 3.829 (65 in reparto Azienda ospedaliera di Cosenza; 12 in reparto al presidio di Rossano;13 al presidio ospedaliero di Acri; 11 al presidio ospedaliero di Cetraro; 11 all'ospedale da Campo; 7 in terapia intensiva, 3.710 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 5.836 (5.582 guariti, 254 deceduti).

Catanzaro: CASI ATTIVI 2.054 (22 in reparto azienda ospedaliera di Catanzaro; 8 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 17 in reparto azienda ospedaliera universitaria Mater Domini; 4 in terapia intensiva; 2003 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 2.818 (2.732 guariti, 86 deceduti).

Crotone: CASI ATTIVI 236 (16 in reparto; 220 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 2.387 (2.345 guariti, 42 deceduti).

Vibo Valentia: CASI ATTIVI 558 (17 ricoverati, 541 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 2246 (2208 guariti, 38 deceduti).

Reggio Calabria: CASI ATTIVI 2.143 (77 in reparto all'Azienda ospedaliera di Reggio Calabria; 7 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 2.050 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 10281 (10109 guariti, 172 deceduti). Altra Regione o stato estero: CASI ATTIVI 89 (89 in isolamento domiciliare); CASI CHIUSI 270 (270 guariti).

I casi confermati oggi sono così suddivisi: Cosenza 72, Catanzaro 21, Crotone 5, Vibo Valentia 17, Reggio Calabria 78. Altra Regione o stato estero 0. Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 47. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro, mentre non sono compresi i numeri del contagio pervenuti dopo la comunicazione dei dati alla Protezione civile.

 

Sardegna, 167 casi e un decesso

 

Cala a 167 il numero dei nuovi casi Covid in Sardegna anche se in rapporto ai soli 2.203 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore il tasso di positività sale al 7,5%. È quanto emerge dall'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale che registra un decesso (982 dall'inizio dell'emergenza). Diminuiscono anche i ricoverati: sono 446 i pazienti attualmente in ospedale in reparti non intensivi (-4 rispetto al dato di ieri), mentre sono 39 (invariati) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 15.495. I guariti sono complessivamente 21.234 (+139), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell'Isola sono attualmente 341. Sul territorio, dei 38.537 casi positivi complessivamente accertati, 8.861 (+62) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.238 (+15) nel Sud Sardegna, 3.158 (+28) a Oristano, 7.707 (+6) a Nuoro, 12.573 (+56) a Sassari.

 

 

 

 

 

#Coronavirus: il bollettino della Regione Lazio del #31gennaio. #SaluteLazio

Pubblicato da Salute Lazio su Domenica 31 gennaio 2021

 

 

 

 

 

 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 23:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA