Gessica Lattuca scomparsa, il giallo della “doppia uscita” di casa

Gessica Lattuca
di Emilio Orlando

Incongruenze ed orari sfalsati, rispetto a quelli indicati dai familiari al momento denuncia di sparizione, potrebbero riscrivere e ridisegnare la vicenda di Gessica Lattuca, la 27enne di Favara in provincia di Agrigento, madre di quattro figli, di cui non si hanno più notizie dallo scorso 12 agosto. Le testimonianze legate agli ultimi avvistamenti collocherebbero la scomparsa della ragazza tra le ore 19.30 e le 21, orario in cui risulterebbe l'ultima localizzazione del cellulare prima dello spegnimento definitivo. Inoltre Enzo Lattuca, fratello di Gessica,avrebbe riferito ai carabinieri di aver incontrato la sorella subito dopo le 19.

Giulia Salemi su Francesco Monte e la loro relazione: «Vedremo nel quotidiano»

 
 


Esplosione sulla Salaria, identificata la seconda vittima: è Andrea, l'uomo dell'appello a "Chi l'ha visto"

Questa versione combaciava con quella fornita dalla madre Giuseppina Caramanno, la quale ha salutato la figlia per l'ultima volta alle 19.30, ora in cui la ragazza è uscita da casa per andare ad un misterioso appuntamento. Secondo le ultime rivelazioni Gessica, quel “maledetto” pomeriggio sarebbe uscita di casa due volte. Una alle 16.30 per andare al supermercato e poi la sera. Questi snodi fondamendali, sui quali sono state incentrate le indagini, potrebbero aver portato le ricerche fuori pista. Anche l'abbigliamento descritto dai parenti, che Gessica indossava quando è scomparsa, potrebbe essere diverso rispetto a quello indicato nelle note di ricerca. Intanto l'unico indagato per i reati di sfruttamento della prostituzione e sequestro di persona, rimane Filippo Russotto ex compagno e padre di tre dei quattro figli di Gessica. «Sono innocente, anzi innocentissimo» - continua a dichiarare Russotto, assisitito dall'avvocato Salvatore Cusumano, che ha ottenuto nei giorni scorsi il dissequestro dei beni mobili ed immobili a cui il reparto investigazioni scientifiche di Messina aveva messo i sigilli per indagare su alcune macchie di sangue.


I risultati del Ris hanno in parte “assolto” l' ex fidanzato, poichè quelle tracce ematiche sono risultate appartenere a Salvatore Lattuca, fratello di Gessica. Nessuna novità circa l'indagine parallela sul giro di prostituzione e ricatti ai clienti in cui era stata irretita Gessica Lattuca e altre ragazze della zona da Gaspare Volpe, in passato loro ex datore di lavoro. Sono attesti nei prossimi giorni importanti sviluppi investigativi proprio sulla questione dei ricatti hard, legati ai video girati dalle ragazzze all' insaputa dei clienti durante gli incontri.
 
Giovedì 6 Dicembre 2018, 17:04 - Ultimo aggiornamento: 06-12-2018 18:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP